29 marzo 2020
Aggiornato 14:30
Salute donna

Fibra di mais solubile per ossa forti e sane nelle donne giovani e anziane

Uno studio dell’Università di Purdue mostra che un prebiotico come la fibra solubile di mais può favorire lo sviluppo di ossa forti e sane, e preservare la densità ossea nelle donne anziane, proteggendo da problemi come l’osteoporosi

Ossa, per la loro salute pare sia utile la fibra solubile di mais
Ossa, per la loro salute pare sia utile la fibra solubile di mais Shutterstock

STATI UNITI – La fibra solubile di mais in aiuto del sistema osteo-articolare delle donne. Secondo uno studio della Purdue University nell’Indiana (Usa) rivela che un’assunzione di questo prebiotico in diversi momenti della vita di una donna (come per esempio l’adolescenza) può sia favorire lo sviluppo e la crescita di ossa sane, così come preservarne l’integrità quando in post-menopausa.

Il segreto celato nell’intestino
Dietro a ossa sane e forti vi sarebbe l’intestino. Questo organo poco conosciuto ai più, in realtà si ritiene essere dietro a molti processo dell’organismo, e sottendere a molte funzioni che vanno ben al di là della ‘semplice’ digestione degli alimenti. «Stiamo cercando a fondo nell’intestino per costruire ossa sane nelle ragazze e aiutare le donne anziane mantenere le ossa forti durante un’epoca in cui esse sono sensibili a fratture – spiega la prof.ssa Connie Weaver – La fibra di mais solubile, un prebiotico, aiuta il corpo a utilizzare meglio il calcio sia durante l’adolescenza che la post-menopausa. Il microbioma intestinale è la nuova frontiera nel campo della salute».

Due studi per le diverse età
Lo studio, condotto con finanziamenti di Tate & Lyle Ingredients America LLC, si è suddiviso in due altrettanti distinti studi. Questi hanno analizzato gli effetti del prebiotico a base di fibra solubile di mais su ragazze adolescenti e donne in post-menopausa. Il primo è stato pubblicato sul Journal of Nutrition, mentre il secondo sul Journal of Clinical Nutrition.

Il ruolo del prebiotico
Il prebiotico si è osservato come passasse attraverso l’intestino fino ad arrivare ai batteri presenti nell’intestino inferiore atti a digerire. Qui, la dott.ssa Weaver e colleghi hanno scoperto che la fibra di mais solubile si è suddivisa in acidi grassi a catena corta, che promuovono la salute delle ossa. Per valutare tuttavia gli effetti della fibra solubile di mais, i ricercatori hanno misurato la ritenzione di calcio e la perdita di densità ossea in un gruppo di 14 donne in post-menopausa. Il gruppo è stato suddiviso a caso per consumare 10 grammi o 20 grammi di prebiotico o niente (come controllo) per 50 giorni. Al termine di questo lasso di tempo, si è trovato che la ritenzione ossea di calcio era migliorata del 4,8% e del 7% nelle donne che hanno consumato rispettivamente 10 g e 20 g di fibra solubile di mais come supplemento. «Se valutato per un anno di assunzione, questo equivarrebbe a contrastare il tasso medio di perdita di massa ossea in una donna in post-menopausa», sottolinea Weaver.

Per le adolescenti
La parte di studio che ha coinvolto 31 ragazze ha utilizzato le stesse dosi dello studio nelle donne in post-menopausa, ma per tre settimane. Anche qui i risultati hanno mostrato che sia un’assunzione di 10 grammi che 20 grammi ha migliorato del 12% l’assorbimento del calcio – che equivale a costruire l’1,8% in più di scheletro in un anno. «La maggior parte degli studi che esaminano i benefici della fibra di mais solubile stanno cercando di risolvere i problemi di digestione – sottolinea Weaver – Noi siamo i primi a stabilire che questo rapporto di alimentazione con un certo tipo di fibra può alterare il microbioma intestinale in modi che possono migliorare la salute. Abbiamo trovato questo prebiotico può aiutare le persone sane a utilizzare meglio i minerali per sostenere la salute delle ossa».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal