28 settembre 2020
Aggiornato 21:00
Medicina psicosomatica

Male a stomaco e intestino? Dimmi cosa senti e ti dirò che donna sei

Colite, calcoli biliari, ulcera e mal di stomaco. Spesso questi problemi fisici dipendono dal nostro modo di pensare. Ecco le relazioni mente-corpo suggerite dalla medicina psicosomatica

La medicina psicosomatica e quella cinese hanno qualcosa in comune: sanno che molti problemi fisici possono dipendere dal nostro modo di vivere la vita. A seconda delle emozioni che proviamo con maggior frequenza, potremmo sviluppare una o più sintomatologie tipiche del nostro modo di essere. Ecco come riconoscere i sintomi più comuni delle nostre recidive in fatto di emozioni.

Ulcera
Secondo la famosa esperta di Metamedicina, Claudia Rainville, le donne che sviluppano un’ulcera soffrono di una sottile forma di autolesionismo. Un po’ come se volessero divorare se stesse, esattamente come i succhi gastrici divorano le pareti che da sempre li hanno ospitati. È possibile che la rabbia, anziché rivolgerla contro situazioni e persone esterne, sia rivolta soprattutto verso se stessi.

Sindrome del colon irritabile
È possibile che tu soffra di una sorta di «ansia anticipatoria», ma anche paura del giudizio altrui, o che sia sottoposta a un forte stress emotivo. In questo caso è importante lavorare anche su se stessi, oltre che assumere eventuali farmaci consigliati dal proprio medico curante. Il problema potrebbe anche essere dovuti a modi di vedere un po’ rigidi. Per esempio, potresti trovare alcuni atti sessuali suggeriti dal tuo partner troppo «sporchi» oppure, più semplicemente, aver paura del fallimento.

Problemi a fegato e cistifellea
È un problema che riguarda molte donne. Spesso si tratta di un reale problema fisico causato da una compressione fisiologica avvenuta durante la gestazione. Altre volte potrebbe anche dipendere dal nostro modo di essere. Questi due organi sembrano essere collegati con il coraggio – o, al contrario, con la codardia – e con la rabbia. Se sei una donna che si «accende» facilmente è possibile che tu possa avere problemi a questi due organi. Per esempio potresti avere la bile troppo poco fluida e avere episodi frequenti di stitichezza, o al contrario averla talmente fluida da avere feci non formate. Non è semplice evitare di arrabbiarsi, ma prova a vedere il mondo con occhi diversi: ti sentirai meglio sia interiormente che fisicamente.

Calcoli biliari
Come detto, si tratta di problemi collegati alla rabbia repressa. Claudia Rainville suggerisce si possa trattare di una forma di aggressività pietrificata. Le coliche potrebbero essere un modo per rimettere in circolazione quell’energia stantia.

Nausea
È una manifestazione tipica di chi non ama qualcosa della propria vita. Ne viene letteralmente nauseato, tant’è vero che in alcuni casi possono anche esserci episodi di vomito. In questo caso è un chiaro segnale che il corpo comincia a rifiutare totalmente una condizione o una persona presente nella propria vita.

Stitichezza
Le donne molto stitiche, salvo non sia dovuto a una cistifellea eccessivamente «contratta», sono donne che fanno fatica a lasciare andare una condizione passata, un’idea, una persona o un credo. Forse sono così attaccate al proprio passato da non volersi adattare alle novità che la vita propone. Oppure si tratta di donne che vivono di «attaccamenti». Non buttano via niente perché è tutto «un ricordo» o perché si tratta di oggetti «molto cari». Qualsiasi sia la scusa, la verità è che non si riesce a lasciar andare.