6 dicembre 2019
Aggiornato 02:00

«Chiamatemi Francesco», da oggi nelle sale

Il film sulla storia di Papa Bergoglio che ripercorre la sua vita fino alla notte della fumata bianca

ROMA - Esce oggi nelle sale italiane il film «Chiamatemi Francesco», una visione coraggiosa tra chi sceglie di vedere e chi distoglie lo sguardo. Così i critici hanno descritto il film. La pellicola ripercorre la storia di Bergoglio, figlio di una famiglia di immigrati italiani a Buenos Aires, fino alla fumata bianca del 13 marzo 2013 con la salita al soglio Pontificio.

In continua preoccupazione
«La cosa che più mi ha colpito di Bergoglio, soprattutto negli anni della dittatura nel suo paese, è stato il fatto che fosse sempre preoccupato, una persona sempre in bilico tra ce la faccio o no?. Il mio intento era quello di raccontare la storia di un sogno che ha richiesto ben 70 anni per arrivare al suo compimento». afferma il regista Daniele Luchetti. La scelta di raccontare la storia di un personaggio ancora in vita e diventato Papa da soli 2 anni ha destato qualche perplessità. Così come ignorare completamente i due anni e mezzo di Papato arrivando soltanto fino alla notte della fumata bianca.

L'anteprima del fil coi senza tetto
Francesco è interpretato dall’attore argentino Rodrigo de la Serna negli anni giovanili e dal cileno Sergio Hernàndez nella maturità, quando è già cardinale e viene chiamato a Roma per partecipare al Conclave che lo porterà sul Soglio di Pietro. Sono in molti a scommettere che, vista la sua riservatezza, anche Papa Francesco avrebbe fatto volentieri a meno di questo film e non è passata inosservata la sua assenza all'anteprima del primo dicembre alla Sala Nervi del Vaticano, nonostante proprio Bergoglio avesse invitato i senzatetto. Anteprima a cui hanno partecipato circa 7mila persone, con tanto di nota musicale a carico della banda della Guardia svizzera pontificia, che solitamente suona a Natale e durante il giuramento. Alla fine della proiezione sono state distribuite cene al sacco, in pieno stile Papa Francesco.