13 novembre 2019
Aggiornato 19:00
Live music

Il Tour di Minghi nel segno della solidarietà

Sabato primo spettacolo per sostenere Famiglie Cerebrolesi. «Suoni tra ieri e domani» è un recital che propone una vera e propria retrospettiva in cui Amedeo Minghi rilegge pagine del suo passato di autore facendo affidamento sulla sua interpretazione e sulle elaborazioni pianistiche del maestro Cinzia Gangarella.

BOLOGNA - Sabato 29 novembre Amedeo Minghi sarà sul palco dell'Arena del Sole di Bologna per la prima tappa del recital «Suoni tra ieri e domani», spettacolo tratto dall'omonimo album. «Questo debutto - spiega Minghi - si colora di solidarietà, perché ho scelto di cominciare con Bologna per sostenere Fa.ce.: l'Associazione Famiglie Cerebrolesi, realtà storica bolognese nata nel 1985». Dopo Bologna Minghi sarà poi il 21 dicembre al Colosseo di Torino e il 22 dicembre al Teatro Nuovo di Milano. «Suoni tra ieri e domani» è un recital che propone una vera e propria retrospettiva in cui Amedeo Minghi rilegge pagine del suo passato di autore facendo affidamento sulla sua interpretazione e sulle elaborazioni pianistiche del maestro Cinzia Gangarella.

NUOVA VITA - «Mi è stato suggerito da molti di riappropriarmi di mie canzoni, scritte per lo più in un periodo lontano in cui, fra le altre strade intraprese, c'era anche comporre per altri interpreti - racconta Minghi - Queste canzoni hanno così una nuova vita, eppure mantengono la loro matrice originale perché nate, nello loro essenzialità compositiva, pianoforte e voce. Dietro queste canzoni, mi accorgo, c'è la storia della canzone italiana». Nella seconda parte del recital, con la complicità di Luca Perroni al pianoforte, Amedeo Minghi ripercorrerà invece la lunga carriera con i successi di sempre, quelli che l'artista definisce «il nostro comune passato».