22 maggio 2019
Aggiornato 08:30
Musica | Concerti

Parisse il 22 aprile a Roma

Intervistata da TM News racconta le sue emozioni: «Sono emozionatissima, non vedo l'ora. Sono contenta di poter portare le mie canzoni all'Auditorium. Ci saranno dei duetti. Per me il live è un momento di condivisione ed è uno dei momenti più importanti di un progetto musicale. Molto sarà anche lasciato all'energia del momento»

ROMA - Valentina Parisse si esibisce in concerto all'Auditorium Parco della musica di Roma il 22 aprile. In questa intervista a TM News racconta le sue emozioni: «Sono emozionatissima, non vedo l'ora. Sono contenta di poter portare le mie canzoni all'Auditorium. Ci saranno dei duetti. Per me il live è un momento di condivisione ed è uno dei momenti più importanti di un progetto musicale. Molto sarà anche lasciato all'energia del momento».

L'artista, ventisei anni romana, interpreterà brani estratti dal suo disco d'esordio «Vagabond», cantato totalmente in inglese. Sul palco ci saranno anche Marco Fullone, Roberto Kunstler, Nick The Nightfly e Phil Palmer. L'artista annuncia anche delle novità: «Sto scrivendo il prossimo album, presenterò alcuni brani inediti in italiano. Anche questa è una nuova esperienza molto importante per me».

Il nuovo singolo «Don't stop», che in poco tempo ha ottenuto oltre 100mila visualizzazioni su YouTube, racchiude il senso della sua vita: «Don't stop è il filo conduttore dello spirito con il quale affronto la musica: ossia di non fermarsi e credo che in questo momento sia importante. Per me realizzare questo brano è un grido di speranza».

Parisse si è fatta strada da sola, e non nasce da un talent show. «Per me la musica non è una gara, il talent non è il mio territorio, non è mai stata la mia aspirazione farne parte. La musica è condivisione, non è una gara».Il messaggio per lei è uno solo: «Don't stop».