8 dicembre 2019
Aggiornato 14:00

I-Day Festival, confermati i The Kooks

Il 2 settembre a Bologna anche Green Day, Social Distortion, Angels and Airwaves e All Time Low. I The Kooks hanno all'attivo oltre due milioni di copie vendute in tutto il mondo con soli tre album di studio

BOLOGNA - E' di oggi la conferma che anche i The Kooks si esibiranno sul palco di I-Day Festival. La band di Brighton il 2 settembre calcherà il palco di Bologna assieme ai già annunciati Green Day, Social Distortion, Angels and Airwaves e All Time Low.

I The Kooks hanno all'attivo oltre due milioni di copie vendute in tutto il mondo con soli tre album di studio. Dal loro debutto nel 2006 con «Inside In/Inside Out», passando per il successivo «Konk» del 2008, fino all'ultimo album intitolato «Junk Of The Heart» e caratterizzato da un suono più maturo e complesso, hanno macinato successi conquistandosi il favore delle radio e del pubblico grazie al loro sound che mescola melodie acustiche, chitarre elettriche, ritmi ballabili e ritornelli micidiali.

Singoli come «Do you wanna», «Naive, Eddie's Gun», «She Moves In Her Own Way», «Always Where I Need To Be» e «Junk Of The Heart (Happy)» li hanno spinti in cima alle classifiche di mezzo mondo, rendendoli una delle band inglesi più importanti e di maggiore successo degli anni 2000. Con un nome preso in prestito da una canzone di David Bowie contenuta in «Hunky Dory», i The Kooks continuano quella tradizione del british rock che ha conquistato il pubblico internazionale partendo dai Kinks e passando per Blur e Supergrass. Oggi la band di Luke Pritchard torna in Italia dopo il clamoroso successo della loro ultima apparizione, un sold out all'Alcatraz di Milano realizzato con ben due mesi di anticipo sulla data del concerto.