21 novembre 2019
Aggiornato 15:00
Miniserie TV

Crescentini e Rocca, insieme contro la violenza sulle donne

Le attrici saranno protagoniste di due dei quattro episodi di «Mai per amore», una nuova miniserie tv prodotta per la RAI da «Ciao Ragazzi», la società di Claudia Mori. La fiction affronta temi all'ordine del giorno, di cui c'è estremo bisogno di parlare

MILANO - Carolina Crescentini e Stefania Rocca in prima linea nella lotta alla violenza sulle donne. Le attrici saranno protagoniste di due dei quattro episodi di «Mai per amore», una nuova miniserie tv prodotta per la Rai da «Ciao Ragazzi», la società di Claudia Mori. La fiction affronta temi all'ordine del giorno, di cui c'è estremo bisogno di parlare.

Carolina interpreterà la protagonista di Ragazze in Web, l'episodio sullo stalking, in onda il 3 aprile su RaiUno. «Due anni fa, mentre tornavo a casa tardi, mi chiama un maniaco - ha raccontato al settimanale Gente l'attrice romana -: sembrava proprio che mi spiasse. Sono andata dai carabinieri». Dal 2009 esiste una legge per proteggere le vittime di stalking. «Molte donne ancora non ne sono a conoscenza - ha aggiunto -, oppure non sanno che cosa fare: per questo è importante continuare a parlarne».

Sulla stessa lunghezza d'onda Stefania, che reciterà in La fuga di Teresa, in onda il 10 aprile e incentrato sulla violenza domestica. «È un film anche per gli uomini, dei quali noi continuiamo ad avere bisogno - ha ammesso la 40enne torinese -. Quando ho letto la sceneggiatura ho ripensato a un'amica che avevo da bambina. Giocavamo in cortile a Torino e ogni tanto la madre arrivava con gli occhiali scuri e il marito la rincorreva. Quell'uomo faceva veramente paura. Nessuno ci pensa mai, ma i figli vedono tutto e poi ci mettono anni per capire che quel comportamento era sbagliato. Crescendo, ha scelto spesso ragazzi che la malmenavano. È fondamentale parlare di quello che si vive - ha concluso la Rocca -, confidarsi con qualcuno e non prendersi assurde responsabilità».