5 aprile 2020
Aggiornato 04:00
Per ora solo per lavoro

Rihanna e Chris Brown, una canzone per riavvicinarsi

I due ex fidanzati impegnati nel remix di «Birthday Cake». A quanto pare, a distanza di tre anni dal vergognoso episodio, tra i due sembra tornato il feeling

MILANO - Rihanna e Chris Brown di nuovo insieme, seppure per ora solo a livello lavorativo. Secondo quanto riportato dal Sun, i due cantanti avrebbero da poco terminato la registrazione del remix del singolo della pop star barbadiana Birthday Cake, che li vedrebbe nuovamente insieme a distanza di quattro anni dal duetto Cinderella Under My Umbrella.

Sodalizio solo professionale? Forse no. Sebbene qualcuno pensi che sia impossibile che Rihanna si possa riavvicinare sentimentalmente al ragazzo che, poco prima dei Grammy del 2009, l'aveva brutalmente picchiata, la realtà dei fatti sembra invece far pendere la bilancia dalla parte della riappacificazione.
A quanto pare, a distanza di tre anni dal vergognoso episodio, tra i due sembra tornato il feeling. «Rihanna ama vivere pericolosamente e intrattenere rapporti con Chris fa parte di questo stile di vita», ha raccontato una fonte al magazine americano Us Weekly. Brown per ora ha smentito questo rumor dicendo che lui e Rihanna sono solo amici, ma c'è chi ha assicurato di averli visti prendersi per mano nel corso del 24esimo compleanno della pop star.

Rihanna: Sul set mi sentivo un'aliena - Tuta mimetica, anfibi e arma in pugno. Una Rihanna «da combattimento» debutta sul grande schermo in «Battleship», kolossal statunitense da 200 milioni di dollari diretto da Peter Berg, lo stesso di «Hancock». La pellicola racconta la storia di una flotta della Marina americana che deve affrontare una battaglia epica contro una razza aliena, chiamata Regents, di fronte alla quale la coraggiosa Rihanna non mostra alcun timore.

«Battleship» è atteso nelle sale italiane dal prossimo aprile - «Ho dovuto liberarmi di tutti i miei bagagli per diventare il sottoufficiale della marina Raikes - dichiara la popstar barbadiana in esclusiva al mensile Ciak -. È una con le palle. Nessuna paura e istinto del killer». Rihanna spiega poi le iniziali difficoltà del suo passaggio al cinema: «Sul set l'unica aliena ero io, non sapevo cosa aspettarmi - ammette la cantante di Umbrella- . Sono sbarcata in assoluta umiltà, con la mente fresca e del tutto aperta. Sono diventata attrice per caso. Pensavo che potesse essere interessante, ma non sapevo se mi sarebbe piaciuto. Beh, oggi la risposta è sì. È stato favoloso».
Se l'approdo sul set non è stato poi così traumatico per Rihanna, gran parte del merito è anche del cast che l'ha sempre fatta sentire a suo agio, su tutti il premio Oscar Liam Neeson. «Che carisma che ha! Non gli ho staccato gli occhi di dosso neanche quando non era davanti alla macchina da presa - rivela la cantante -. Se beveva, rideva, mandava un sms, lo facevo subito anch'io. Cercavo il segreto per diventare come lui».
«Battleship» è atteso nelle sale italiane dal prossimo aprile.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal