20 ottobre 2019
Aggiornato 18:30
La sentenza

Cecchi Gori imputato per minacce alla Marini: è assolto

Il Tribunale monocratico: il fatto non sussiste

ROMA - Assolto perchè il fatto non sussiste. E' questa la conclusione del processo che vedeva Vittorio Cecchi Gori imputato per minacce e lesioni dopo una denuncia presentata della sua ex compagna Valeria Marini.
Le liti in questione risalivano al 2004 e al 2005, quando la coppia viveva insieme. Nello scagionare il produttore cinematografico, il giudice del tribunale monocratico di Roma, ha preso atto anche della remissione di querela da parte dell'attrice. In udienza, nei mesi scorsi, la Marini aveva spiegato che all'origine delle discussioni, ci sarebbero state motivazioni professionali.
Da tempo i due sono tornati ad avere ottimi rapporti e appaiono pubblicamente insieme.