22 gennaio 2022
Aggiornato 02:30
Musica. Concerti

A Roma il primo concerto per i non udenti

Protagonista Eugenio Finardi, l'incasso devoluto in beneficenza

ROMA - Domani alle 21, presso la Sala Sinopoli dell'Auditorium Parco della Musica di Roma, si terrà il primo concerto per sordi e udenti dal titolo 'Sostieni le mie mani'. Testimonial dell'evento è il cantautore Eugenio Finardi, le cui canzoni potranno essere 'ascoltate' tramite vibrazioni e con l'interpretazione della lingua italiana dei segni.

L'iniziativa - si legge in una nota - nasce per raccogliere fondi per l'Associazione Leonardo Da Vinci Arte, prima scuola d'arte per sordi e sordo-ciechi che attraversa un momento di vera difficoltà economica che compromette il funzionamento e la sopravvivenza della stessa.

«La musica è un sentimento. Troppo spesso, però, viene udita ma non ascoltata. Questo perché - ha dichiarato il cantautore Finardi - le persone 'normali' di solito la utilizzano per 'ottenebrare'. Per i sordi, invece, la musica, intesa come vibrazioni, è sentimento puro». Finardi si sente vicino a chi è portatore di handicap: «Sono figlio di una meravigliosa donna cieca e ho una figlia down. Da sempre sono vicino a coloro che devono vivere trovando altri sistemi, e in questo mondo c'è una fantasia e un'energia particolari».

Il concerto sarà presentato dalla giornalista del Tg1 Laura Chimenti, mentre per i non-udenti condurrano Laura Santarelli del Tg1 Mattina e il Maestro Antonio Pellegrino, artista non udente.

All'iniziativa, unica nel suo genere, il Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano ha conferito una propria medaglia di rappresentanza.

Fino all'8 dicembre sarà inoltre attivato un servizio Vodafone di sms solidale - numero 48599 - del costo di 1 euro, esclusivamente per clienti Vodafone.