24 febbraio 2024
Aggiornato 01:00
Scuola

E' canavesano il primo in graduatoria per la Normale di Pisa

E' il primo nella graduatoria per l'assegnazione dei posti al primo anno per l'Università Normale di Pisa Carlo Ziano di Favria. Ma il suo non è il primo successo scolastico

FAVRIA – Si è appena diplomato al Liceo Classico e Internazionale «Carlo Botta» di Ivrea con 100 centesimi, Carlo Ziano di Favria, ed ora ha anche superato il concorso ordinario della Classe di Scienze Umane alla Scuola Normale Superiore di Pisa risultando al primo posto della graduatoria per i 29 posti disponibili per il primo anno.

Il percorso che affronterà Carlo
Carlo, dunque, seguirà gli insegnamenti interni alla Normale e i corrispondenti corsi di studio dell’Università degli Studi di Pisa. Affronterà quindi dunque due percorsi formativi paralleli e complementari, uno all’interno della Scuola, l’altro presso l’Università, con l’obbligo di mantenere una media di voti annuale almeno dei 27 trentesimi, con nessun voto inferiore a 24. La Scuola Normale Superiore è a costo zero per i suoi allievi. Le tasse versate all’Università di Pisa sono rimborsate per intero dalla Scuola, che inoltre sostiene le spese di studio dei suoi allievi del Corso ordinario con un piccolo contributo mensile.

Vitto, alloggio e libero accesso alla Biblioteca
Lo studente canavesano fruirà dell’alloggio gratuito presso uno dei collegi della Scuola per tutta la durata della carriera accademica; del vitto gratuito presso la mensa della Scuola; del libero accesso alla Biblioteca della Scuola e dell’assegnazione di borse di scambio e dell’utilizzo delle strutture di ricerca.

Gli altri brillanti risultati di Carlo Ziano
«Oltre ai brillanti risultati conseguiti nel nostro Liceo - Afferma la preside del «Carlo Botta» Lucia Mongiano - Carlo era già stato finalista alle Olimpiadi Classiche nell’anno scolastico 2014/15, come appassionato recensore teatrale presso il Teatro Civico «Giacosa» di Ivrea e, il 9 novembre dell’anno scorso, aveva ufficialmente partecipato a Berlino alla festa per il 25° anniversario della caduta del muro come uno dei trenta vincitori piemontesi del concorso «Diventiamo cittadini europei». Il concorso per entrare alla Scuola Normale Superiore di Pisa - continua la preside Lucia Mongiano - è altamente selettivo ed è costituito da prove scritte e orali. Il voto di maturità e nessun altro titolo conta ai fini della selezione».