22 aprile 2019
Aggiornato 02:30
Formula 1 | Gran Premio d'Italia

Bottas: «A Monza mi sento in terra nemica»

Il pilota della Mercedes, come tutta la sua squadra, si ritrova costretto a giocare fuori casa nel fine settimana italiano: «Questa è la corsa casalinga per la Ferrari e la maggior parte dei tifosi sono per loro. Ma questa è comunque una gara speciale anche per noi e sono felice di essere qui»

MILANO – Sente il fattore campo del Gran Premio d'Italia, la Mercedes. Valtteri Bottas se n'è accorto in prima persona ieri, in occasione della parata di auto d'epoca organizzata alla vigilia davanti al Castello sforzesco di Milano, ritrovandosi di fronte ad una folla di tifosi quasi tutta colorata di rosso. E per le Frecce d'argento sarà questa la storia di tutto il fine settimana, quello di casa per la squadra diretta rivale: «Mi sento un po' in territorio nemico, ma nel senso buono – sorride il pilota finlandese – C'è comunque un grande tifo anche per noi. Ovviamente è la gara di casa per la Ferrari, quindi la maggior parte dei tifosi sono per loro. Ma sarà una bella lotta e un bello show».

Passione per le corse
Il calore degli appassionati italiani, comunque, riempie di entusiasmo anche chi si ritrova costretto a giocare fuori casa, come i portacolori della scuderia tedesca. «Monza è sempre speciale per la passione e il sostegno dei tifosi, per cui sono molto felice di essere qui anche quest'anno», chiosa il compagno di squadra di Lewis Hamilton.