28 settembre 2020
Aggiornato 17:30
Formula 1 | GP Belgio

Leclerc: «Non sarà facile ripetere la vittoria 2019, ma a Spa può succedere di tutto»

Il pilota monegasco della Ferrari: «Qui ho vinto la mia prima gara e perso un amico Anthoine Hubert». Vettel: «Importante interpretare al meglio le variabili». Quattro nuovi Gp, si chiude il 13 dicembre

Charles Leclerc
Charles Leclerc ANSA

Per Charles Leclerc la gara del Belgio avrà sempre un gusto particolare. «La pista di Spa ha un posto speciale nel mio cuore: qui ho vinto la mia prima corsa di Formula 1, ma sempre qui, un anno fa, ho perduto il mio amico Anthoine (Hubert) in Formula 2. Per questo motivo tornare su questo circuito, almeno all'inizio, sarà difficile e il suo pensiero sarà con me per tutto il weekend» dice il giovane pilota monegasco della Ferrari.

«In termini di prestazione, nel fine settimana per noi non sarà facile ripetere il risultato di un anno fa perchè la nostra condizione di partenza è diversa da quella del 2019» afferma Charles. «Però abbiamo visto che su questa pista tutto può succedere anche e soprattutto a causa del meteo imprevedibile. Quello che dovremo fare noi come squadra è cercare di metterci in condizione di massimizzare il potenziale della vettura lavorando fin dal venerdì in maniera intensa. Nelle prove libere dobbiamo acquisire le informazioni che ci permettano di scegliere al meglio la strategia da adottare in qualifica e soprattutto in gara».

Vettel: «Importante interpretare al meglio le variabili»

«Il circuito di Spa è unico nel suo genere: nessun'altra pista sulla quale andiamo ha così tante variazioni altimetriche. E' un continuo salire e scendere che le immagini televisive non riescono assolutamente a rendere. Qui si trovano alcune delle curve più difficili e belle del mondo come Eau Rouge, Pouhon o la esse che precede Stavelot che i belgi chiamano 'Piff paff'» spiega Sebastian Vettel presentando il weekend del Gran Premio di Spagna sulla pista delle Ardenne.

«Si tratta di un circuito da carico aerodinamico medio-basso ma sul risultato possono pesare molte variabili, a cominciare dalle condizioni meteo che spesso sono mutevoli. Bisognerà saper interpretare al meglio quante piu' variabili possibili».

Quattro nuovi Gp, si chiude il 13 dicembre

La Formula 1 ha ufficializzato quattro nuovi Gran Premi, che portano a 17 il numero di gare del Mondiale 2020. Si comincia il 15 di novembre con il GP di Turchia a Istanbul (soggetto all'omologazione del circuito), per poi trasferirsi in Bahrain il 29 dello stesso mese. La settimana successiva si resta nel Golfo per il GP di Sakhir, per chiudere la stagione il 13 dicembre a Yas Marina con il GP di Abu Dhabi. Secondo quanto comunicato, gli organizzatori stanno lavorando con ogni promoter per rendere accessibile a una parte di pubblico alcune gare del calendario 2020, rivisto e compresso a causa dell'emergenza Covid-19. La F1 ha anche confermato che in questa stagione non si correrà il GP di Cina.