13 novembre 2018
Aggiornato 08:00

Il Cosenza chiede Plizzari al Milan

Futuro ancora incerto per il promettente portiere rossonero
Alessandro Plizzari, portiere del Milan classe 2000
Alessandro Plizzari, portiere del Milan classe 2000 (ANSA)

MILANO - L'affollamento di portieri che si alternano a Milanello è uno dei problemi del Milan che Leonardo dovrà risolvere entro la fine del calciomercato per garantire a Gattuso tre estremi difensori affidabili in rosa e trovare la più giusta soluzione ai restanti tre. Dando per scontato che Gianluigi Donnarumma sarà il titolare, suo fratello Antonio il terzo e Pepe Reina il secondo, resta capire cosa sarà dell'improponibile Gabriel e soprattutto di Alessandro Plizzari, gioiellino del settore giovanile rossonero, classe 2000, metà stagione da titolare nella Ternana l'anno scorso, titolare dell'Under 19 italiana e possibile difensore della porta milanista in futuro.

Possibilità

Un futuro non immediato, però, perchè il Milan non vuole bruciare il ragazzino che, seppur promettente, non ha ancora l'esperienza e la maturità per prendersi sulle spalle una formazione come quella rossonera e sopportare la pressione di uno stadio come San Siro. Meglio procedere per gradi e, considerando che lo scorso anno Plizzari ha giocato nella Ternana (peraltro ultima in classifica) in serie B appena per una ventina di partite, l'idea milanista è quella di lasciare il portiere in prestito ancora nel torneo cadetto, magari con la garanzia di un ruolo fisso per l'intero campionato. A tal proposito contatti ben avviati sono quelli con il Cosenza, formazione neopromossa in B e alla ricerca del giusto misto fra esperienza e freschezza per mantenere la categoria. Cosenza che ha già parlato con dirigenza rossonera per un possibile prestito di Plizzari che avrebbe così l'opportunità di giocare con continuità in serie B ed in un ambiente caldo ed ambizioso come quello cosentino, con i calabresi di nuovo in seconda serie dopo 15 anni di attesa.