8 dicembre 2019
Aggiornato 08:30

Bagnaia ancora migliore degli italiani: è in seconda fila

Il torinese del team Sky Vr46 si conferma tra i più costanti della classe di mezzo centrando il quarto posto in qualifica. Nella top ten anche Pasini e Baldassarri

BARCELLONA – Francesco Bagnaia è protagonista in Catalogna dove, ancora una volta, conferma di essere uno dei piloti più costanti della categoria centrando il quarto posto in qualifica. Pecco, dopo aver segnato il miglior tempo nelle libere, affronta nel migliore dei modi le alte temperature del sabato catalano e ferma il cronometro a 1:43.821, crono che vale la seconda fila dello schieramento a soli tre decimi di distacco dalla pole position, che per la prima volta nella sua carriera è stata conquistata da Fabio Quartararo, davanti ad Alex Marquez e Marcel Schrotter.

Le parole del capolista
«Non è stata una sessione facile da gestire a causa dell’asfalto e delle temperature – commenta il torinese del team Sky Vr46 – Nella prima uscita, quando le condizioni erano più favorevoli e avrei potuto staccare il mio miglior tempo, purtroppo, non sono riuscito a sfruttare tutto il nostro potenziale. Ho dovuto aspettare l’ultimo tentativo, ma con tutti i piloti in pista, è stato difficile non ostacolarsi. Sono riuscito a sfruttare al massimo due giri veloci, ho spinto davvero molto e sono sceso fino a 43.8. Peccato per la prima fila, poteva essere comoda, ma anche il quarto posto va bene. Sarà una gara molto lunga e siamo in tre, quattro piloti che possiamo giocarcela».

Gli altri azzurri
Anche Mattia Pasini ha dimostrato ancora una volta di poter avere un ottimo passo, risultando il secondo miglior italiano solo dietro a Bagnaia. Il riminese ha infatti chiuso con il tempo di 1:43.905, che gli vale la sesta casella in griglia di partenza, a soli quattro decimi dalla pole position. «Sono abbastanza soddisfatto perché abbiamo lavorato bene nonostante la squadra abbia saltato la sessione di test che invece gli altri team hanno svolto qui a Montmelò tre settimane fa – spiega il portacolori del team Italtrans – Purtroppo in qualifica ho dovuto fare i conti con una gomma fallata e non sono riuscito a migliorare il tempo. Sono sereno e conto di fare una bella gara». Restando tra i piloti italiani, anche Lorenzo Baldassarri riesce ad entrare nella top ten, con il decimo tempo.