22 ottobre 2019
Aggiornato 12:30

Il principino di Montecarlo è italiano (e ferrarista): Antonio Fuoco

Nella tappa monegasca il pilota della Ferrari Driver Academy si è imposto nella seconda gara di Formula 2 dopo essere scattato dalla pole position

Antonio Fuoco sul gradino più alto del podio della Formula 2 a Montecarlo
Antonio Fuoco sul gradino più alto del podio della Formula 2 a Montecarlo Ferrari

MONTECARLO – Al termine di trenta giri molto intensi, e percorsi tutti da leader, Antonio Fuoco è transitato sotto la bandiera a scacchi di Montecarlo urlando di gioia. «Peccato averlo dovuto fare dietro la safety car – ha raccontato Antonio appena sceso dal podio – Avrei preferito un arrivo lanciato, ma questa è stata l’unica piccola mancanza della giornata». La seconda gara disputata dal campionato di Formula 2 nel weekend di Montecarlo ha visto Fuoco scattare dalla pole position, un’opportunità che Antonio ha sfruttato al meglio transitando al comando alla curva Saint Devote.

Secondo successo
«È stato il momento cruciale della corsa – ha spiegato il ventiduenne pilota della Ferrari Driver Academy – Sapevo di non poter sbagliare, e quando tutto è andato per il meglio ho tirato un sospiro di sollievo. Non è stata una passeggiata, perché per tre volte è entrata in pista la safety car, ma a Montecarlo essere al comando è un bel vantaggio, anche nella gestione delle ripartenze. In gara-1 sono stato sfortunato, ma dopo un drive through ho rimontato fino all’ottava posizione finale, quindi sapevo di avere un buon ritmo e non ho mai sentito a rischio la mia leadership». Per Fuoco il successo monegasco è il secondo nel campionato di Formula 2, una vittoria che gli ha consentito di salire all’ottavo posto nella classifica generale con 39 punti. Sul podio del Principato ha preceduto Lando Norris e Louis Deletraz.