Sport | Calcio

Verso Juventus-Milan: quinta finale fra le due squadre

Le statistiche fra bianconeri e rossoneri nell'ultimo atto della Coppa Italia non mancano, così come interessanti sono i numeri

Juventus e Milan si preparano a disputare la quinta finale di Coppa Italia fra di loro
Juventus e Milan si preparano a disputare la quinta finale di Coppa Italia fra di loro (ANSA)

ROMA - Juventus e Milan sono pronte a sfidarsi nella finale che mercoledì sera allo stadio Olimpico di Roma metterà in palio la Coppa Italia, trofeo che i bianconeri vincono da tre anni consecutivi e che hanno portato a casa per 12 volte in totale (record italiano), 7 in più dei rossoneri che sono fermi a 5 dal 2002-2003, ultimo successo della formazione milanese nella coppa nazionale. La Juve parte favorita, fosse soltanto per questi numeri ma anche e soprattutto per un organico sontuoso, capace di vincere 7 scudetti di fila e raggiungere per due volte negli ultimi tre anni anche la finale di Coppa dei Campioni; il Milan, invece, versa da oltre un lustro nella condizione più complicata dell'ultimo trentennio, senza titoli nazionali dal 2011 e con la sola Supercoppa Italiana strappata proprio alla Juve l'anno scorso come unico trofeo delle ultime stagioni.

Statistiche

Quella che andrà in scena mercoledì sera a Roma sarà la quinta finale di Coppa Italia fra le due squadre: il bilancio dice che nei 4 precedenti la Juventus ha trionfato in 3 occasioni (1942, 1990 e 2016), il Milan soltanto una volta nel 1973. Bianconeri e rossoneri, inoltre, si sono affrontati anche in Supercoppa per due volte (un successo per parte, sempre ai rigori) e, soprattutto, nella finale di Coppa Campioni a Manchester nel 2003 quando il Milan prevalse dopo i calci di rigore. Ecco, i tiri dal dischetto sono stati una costante nelle sfide secche fra le due rivali: in 4 occasioni su 5, infatti, i trofei si sono assegnati con tale soluzione: finale di Coppa Italia del 1973, nella già citata Coppa Campioni del 2003, nella Supercoppa del 2004 (vittoria della Juve con errore decisivo per il Milan di Cristian Brocchi) e in quella del 2016. Numeri che accompagnano una finale dall'esito forse meno scontato di quanto non si pensi.