18 agosto 2018
Aggiornato 20:00

Va a podio il baby ferrarista italiano Antonio Fuoco

L'allievo della Ferrari Driver Academy chiude al terzo posto la gara-1 della serie cadetta in Azerbaigian, alle spalle soltanto del vincitore Albon e di Aitken
Antonio Fuoco sul circuito di Baku in Azerbaigian
Antonio Fuoco sul circuito di Baku in Azerbaigian (Ferrari)

BAKU – Al termine di 29 giri molto intensi Antonio Fuoco è transitato in terza posizione sotto la bandiera a scacchi di Baku, sede della seconda tappa stagionale del campionato di Formula 2, alle spalle del vincitore Albon (Dams) e di Aitken (Art). Una qualifica sfortunata, conclusa in dodicesima posizione a causa di una sospensione con bandiera rossa che ha anticipato il termine della sessione, non ha impedito a Fuoco una rimonta molto consistente, che lo ha visto raggiungere la quarta posizione a metà gara.

La vittoria va... in fumo
«A dieci giri dal termine è entrata in pista la safety car – ha spiegato Fuoco, portacolori del team Charouz – e sono stato molto attento a mantenere in temperatura gli pneumatici in vista della ripartenza». Quando la direzione gara ha esposto la bandiera verde, i tre avversari che precedevano Fuoco sono usciti di pista alla prima curva, e Antonio è sfilato al comando. «A quel punto avevo la corsa in pugno – ha proseguito il pilota della Ferrari Driver Academy – ma quando sono arrivato nella parte storica del tracciato mi sono ritrovato avvolto da una nuvola di fumo che ho poi scoperto provenire dal motore rotto di Markelov. Non avevo visibilità, e ho dovuto alzare il piede perché temevo di ritrovarmi all’improvviso una monoposto ferma in mezzo alla pista. Purtroppo in quel frangente Albon e Aitken mi hanno raggiunto, superandomi sul successivo rettilineo grazie all'ala posteriore mobile. C’è un po’ di amarezza per aver visto sfuggire una vittoria che era alla mia portata, ma il terzo posto finale è comunque un buon risultato valutando anche le difficoltà avute in qualifica». Grazie alla terza piazza conquistata oggi, Fuoco è salito al sesto posto nella classifica generale di campionato, posizione che occuperà anche sulla griglia di partenza della seconda gara del weekend, in programma domani, che concluderà la trasferta in Azerbaijan.