25 febbraio 2020
Aggiornato 01:30
Superbike | Aragon

Ducati vuole riprendersi la testa del Mondiale sulla pista amica

Marco Melandri e Chaz Davies tallonano la leadership in classifica (staccati rispettivamente di due e dodici punti). E ad Aragon hanno già trionfato più volte

Le due Ducati di Marco Melandri e Chaz Davies in pista durante il weekend di Buriram della Superbike
Le due Ducati di Marco Melandri e Chaz Davies in pista durante il weekend di Buriram della Superbike Ducati

ALCANIZ – Dopo aver raccolto tre successi nelle due tappe oltreoceano che hanno aperto il campionato mondiale Superbike 2018, il team Ducati è pronto ad inaugurare la stagione europea con l'appuntamento di Aragon, in programma dal 13 al 15 aprile. Sulla pista alle porte di Alcañiz, sia Chaz Davies che Marco Melandri hanno già trionfato (rispettivamente in sei e due occasioni) raccogliendo in totale otto podi ciascuno, e l'obiettivo dichiarato del team è quello di prolungare il momento positivo ed ottenere risultati di prestigio con entrambi i piloti.

Ottimo palmares
«Sono carico in vista del terzo round – commenta Davies – La vittoria in Thailandia è stata molto importante e mi ha dato fiducia, perché su quella pista avevamo sempre faticato in passato. Ad Aragon invece ho molti bei ricordi: il primo podio, la prima doppietta, e la prima vittoria con la Panigale R. Detto questo, per me sarà una gara come le altre e mi aspetto che diversi piloti siano in grado di lottare per la vittoria. In generale le gare sono state molto equilibrate in questo inizio di stagione, non ho visto grandi differenze tra le moto in pista. Sono pronto per dare battaglia». Gli fa eco il suo compagno di squadra Melandri: «Aragon è una pista che mi piace molto e nella quale ho ottenuto buoni risultati in diverse occasioni. Sono contento di iniziare la fase europea della stagione da lì. Al netto delle difficoltà incontrate in Thailandia, mi sento in un momento di grande forma e sono convinto di poter essere veloce. Sono fiducioso sulle nostre possibilità di eliminare il problema che ci ha limitato per tornare a giocarci la vittoria o per lo meno il podio. Sembra che in Spagna potrebbe aggiungersi il meteo come variabile in più, quindi staremo a vedere».

Debutta il baby
Dopo due tappe, Melandri e Davies sono secondo (67 punti) e quarto (57 punti) all'interno di una classifica particolarmente corta che li vede rispettivamente distanziati di sole due e dodici lunghezze dalla vetta. Ad Aragon debutterà inoltre Michael Ruben Rinaldi con i colori del junior team, che parteciperà a tutti i round europei. Il campione in carica della Superstock 1000 ha preparato l'esordio con due giornate di test sul tracciato spagnolo, concluse con riscontri positivi: «Sono molto contento e pronto per questo esordio in Superbike. Abbiamo lavorato sodo in questi mesi per farci trovare pronti alla partenza ed ho tanta voglia di tornare a gareggiare. Faremo ovviamente del nostro meglio, con consapevolezza di avere ancora tanto da imparare. Nei test abbiamo migliorato costantemente sia l'assetto di base che il feeling con la moto e la squadra. Non ci resta che scendere in pista e scoprire il nostro livello». La Superbike tornerà in pista venerdì 13 alle 9:45 per la prima sessione di prove libere.