16 settembre 2019
Aggiornato 08:30

Venerdì nero per Hamilton: indietro in classifica e pure penalizzato

Nelle prove libere si è beccato mezzo secondo di distacco dalle Ferrari. Poi è stato costretto a sostituire il cambio, così dovrà arretrare di cinque posizioni

La Mercedes di Lewis Hamilton esce dai box durante le prove libere del GP del Bahrein di F1
La Mercedes di Lewis Hamilton esce dai box durante le prove libere del GP del Bahrein di F1 Mercedes

MANAMA – Si mette subito in salita il weekend del Gran Premio del Bahrein per Lewis Hamilton, che sarà costretto ad arretrare di cinque posizioni sulla griglia di partenza della gara di domenica. Quella stessa penalità che aveva rischiato di beccarsi la Ferrari (per aver rimandato in pista Kimi Raikkonen con la gomma montata male, salvo poi essere stata graziata con una semplice multa) alla fine é capitata dunque sulle spalle della Mercedes: nel suo caso, per la sostituzione del cambio. Le Frecce d'argento sono state infatti costrette a cambiare questa componente sulla monoposto del campione del mondo in carica, prima della durata di sei Gran Premi imposta dal regolamento, a causa di un guasto che era emerso già durante la corsa inaugurale in Australia.

Come se non bastasse
«A Melbourne siamo stati vittima di una perdita idraulica e siamo riusciti a terminare la gara solo per un colpo di fortuna – ha ammesso un portavoce della casa di Stoccarda – Purtroppo non abbiamo potuto riparare il cambio e fargli completare il ciclo di vita di sei GP, perciò siamo stati costretti a montarne uno nuovo, incorrendo nella penalità in griglia di partenza». Un clamoroso fallimento della proverbiale affidabilità teutonica, dunque; una beffa che si unisce al danno di aver visto i rivali della Ferrari in testa al venerdì di prove libere con ben mezzo secondo di vantaggio. «Vanno più forte sul rettilineo – ha ammesso Hamilton a fine giornata – Merito di un po' di potenza in più e di un po' di carico aerodinamico in meno. Ma noi sicuramente abbiamo ancora del margine di miglioramento, abbiamo visto anche oggi che sarà grande battaglia tra i tre top team. Mi aspetto un weekend molto duro». Specialmente ora che dovrà rimontare ben cinque posizioni.