20 luglio 2019
Aggiornato 16:00

Che inizio per Bagnaia: prima vittoria in carriera, davanti a Baldassarri

Pecco comincia la stagione con il piede giusto, cogliendo il primo successo nella classe di mezzo sia per sé che per il team Sky Vr46. Alle sue spalle il Balda

DOHA – Francesco Bagnaia trionfa nel GP del Qatar regalando allo Sky Racing Team VR46 la vittoria nella gara d’esordio della stagione 2018. Si tratta della prima volta sul gradino più alto del podio in Moto2 sia per il pilota torinese che per il team. Dopo una partenza perfetta dalla terza casella dello schieramento, Pecco prende la testa della corsa fin dalla prima curva e mantiene la leadership fino alla bandiera a scacchi. Protagonista di una bellissima lotta con Lorenzo Baldassarri, secondo a un decimo da Bagnaia sul traguardo, Bagnaia mette così il sigillo sulla prima gara del Mondiale, che ora guida in classifica generale a quota 25 punti. «Sono davvero felice di aver iniziato la stagione in questo modo! – racconta Pecco – Oggi abbiamo raccolto i frutti del grande lavoro fatto in questi mesi di preparazione al Mondiale. Ci siamo concentrati sul passo gara e questa è stata la chiave della vittoria. Ho deciso di scendere in pista con la mescola più dura a disposizione, è stato un azzardo, ma è andata bene. Rispetto allo scorso anno, ho fatto un passo avanti importante sulla gestione dei primi giri, quando il serbatoio è pieno e oggi sono stato davvero veloce. Una gara lunga: sono partito forte, ma Marquez e Baldassarri hanno ricucito il distacco e negli ultimi giri ho dovuto chiudere tutte le porte per non perdere la testa della corsa. Questa è la prima vittoria per me e per il team in Moto2: la dedico a tutti coloro che lavorano a questo progetto e mi hanno sempre supportato, alla mia famiglia e ai ragazzi della VR46 Riders Academy». Commenta il team manager Pablo Nieto: «Non posso che essere soddisfatto di questo risultato e dell’impegno costante di tutto il team. La vittoria di Pecco è il frutto del lavoro fatto durante il pre-campionato. È stata una gara tosta, difficile e lunghissima, ma non abbiamo mai mollato».

Pasini ai piedi del podio
Anche Mattia Pasini è stato uno dei protagonisti: scattato bene dall’ottava casella in griglia, si è subito portato in quarta posizione, mantenendola salda per tutti i 20 giri della corsa. Davanti a lui solo il vincitore di questo primo round, Bagnaia, seguito a ruota da Baldassarri e più staccato da Marquez. «Sono molto contento della gara. Purtroppo la partenza dalla terza fila, con tre secondi di divario al termine del primo giro, non mi hanno permesso di entrare nella lotta per il podio – spiega Pasini – Sono stato sempre molto veloce, tanto che ad un certo punto pensavo di riuscire a prendere Marquez che era davanti a me. Ho però preferito non rischiare e accontentarmi della quarta posizione, perché è un ottimo risultato che arriva al termine un weekend difficile. Adesso continuiamo così».