27 gennaio 2022
Aggiornato 18:30
Formula 1

Barrichello ricoverato in ospedale: guai di salute per l'ex ferrarista

Preoccupazione per le condizioni dello storico compagno di squadra di Michael Schumacher, che ha accusato un grave mal di testa causato da un problema circolatorio

Rubens Barrichello ai tempi in cui era un pilota della Ferrari
Rubens Barrichello ai tempi in cui era un pilota della Ferrari Ferrari

SAN PAOLO – Sono stati giorni di timore e di preoccupazione per la salute di Rubens Barrichello, l'ex pilota della Ferrari ricoverato sabato scorso a causa di un grave mal di testa che ha accusato mentre si trovava nella sua casa. Il brasiliano ha voluto inviare un aggiornamento ai suoi tanti tifosi tramite un messaggio video pubblicato sulla sua pagina ufficiale di Instagram, girato direttamente dal suo letto d'ospedale. Rubinho non ha rivelato molti dettagli sulla natura del suo problema, indicando solo che la ragione del malessere era di tipo circolatorio. Lo storico compagno di squadra di Michael Schumacher si sta però rimettendo in fretta e dovrebbe presto guarire completamente.

Dalla sua viva voce
«Vedo che mi state inviando molti messaggi preoccupati, perciò ho deciso di darvi mie notizie – ha spiegato Barrichello – Sabato, quando mi sono svegliato e mi sono messo sotto la doccia, ho sentito un terribile mal di testa. Per fortuna c'era anche mia moglie, che ha chiamato un nostro amico medico il quale mi ha portato in ospedale, dove si sono presi cura di me alla grande. Avevo un piccolo problema ad una vena ma voglio dirvi che mi sento bene. Mi stanno ancora sottoponendo ad esami, ma onestamente sono a posto. Sono le difficoltà nella vita a mostrarci come crescere e migliorare, perciò sono grato a Dio per questa opportunità e conto di tornare in pista il più presto possibile». Rubens, dopo essersi ritirato dalla Formula 1 nel 2011, avendo disputato nella sua carriera la bellezza di 322 Gran Premi, ha continuato a correre prima nella categoria americana IndyCar, poi nel campionato brasiliano di stock car, oltre a partecipare all'ultima edizione della 24 Ore di Le Mans dove si è classificato tredicesimo al debutto; inoltre segue la carriera di suo figlio Eduardo che al momento corre nei kart.