23 febbraio 2020
Aggiornato 22:30
Superbike | Losail

Ducati, il Mondialino è alla tua portata

La Rossa può chiudere in bellezza in Qatar: se Davies ripeterà la doppietta dello scorso anno, sarà vicecampione del mondo. Melandri, invece, vuole sconfiggere il tabù di Doha

Le due Ducati di Chaz Davies e Marco Melandri
Le due Ducati di Chaz Davies e Marco Melandri Ducati

DOHA – Il team Ducati è pronto a far tappa in Qatar per l’evento di chiusura del campionato mondiale Superbike 2017. La pista di Losail, alle porte di Doha, accenderà come di consueto i riflettori per due spettacolari gare in notturna, che quest’anno si terranno venerdì e sabato. Nella suggestiva cornice del deserto, Chaz Davies e Marco Melandri sono pronti a dare spettacolo per raccogliere gli ultimi punti iridati a disposizione. Il gallese, che lo scorso anno realizzò in Qatar una spettacolare doppietta, ha come obiettivo dichiarato il secondo posto in campionato. Attualmente, Davies è a pari punti con Sykes nella classifica iridata, ma può contare su un maggior numero di vittorie. «Sono carico in vista dell’ultimo round – spiega Davies – Mi piace correre in notturna sotto i riflettori, perché crea un’atmosfera particolare. Negli ultimi due anni, la Panigale R si è rivelata molto competitiva in Qatar. Abbiamo fatto progressi costanti su questo tracciato, e lo scorso anno siamo finalmente riusciti ad avere un passo di gara davvero buono, che ci ha consentito di fare una doppietta. Nonostante questo non siamo riusciti a centrare il secondo posto in campionato perché ci eravamo presentati in lieve svantaggio, ma questa volta siamo alla pari quindi sarà divertente. Non vedo l’ora di affrontare quest’ultima sfida e sono pronto a dare battaglia. Vogliamo finire la stagione con una prestazione maiuscola».

Melandri a caccia del primo podio
Melandri, rincuorato dalla competitività mostrata a Jerez al netto di alcuni problemi tecnici, è determinato a sfatare il tabù che non lo ha ancora visto salire sul podio in Qatar e chiudere la stagione in crescendo. «Quello di Losail, secondo me, è uno dei tracciati più belli in calendario, e si addice abbastanza alle mie caratteristiche di guida – commenta Macio – È una pista veloce, scorrevole, con molte curve da raccordare. Correre di notte, poi, crea un’atmosfera speciale, anche se a livello di approccio non cambia molto. Mi aspetto di essere competitivo, anche perché il tracciato ha alcune caratteristiche in comune con Jerez, dove siamo stati molto veloci. Ad ogni gara cresce la mia intesa con la Panigale R, ed ho tanta rabbia agonistica dopo l’ultimo round. Voglio chiudere con una prestazione degna di nota, anche per far capire ai nostri rivali che il prossimo anno saremo della partita dall’inizio alla fine». Alla vigilia del tredicesimo round, Davies (363 punti) e Melandri (301 punti) sono rispettivamente secondo e quarto nella classifica iridata. Il team Ducati tornerà in pista giovedì alle 17:45 per la prima sessione di prove libere.