7 giugno 2020
Aggiornato 01:30
Superstock 1000 | Jerez de la Frontera

L'Europeo è nostro: vince Ducati con un giovane italiano

Con un sesto posto sulla pista spagnola, il giovane tricolore Michael Ruben Rinaldi ha conquistato il titolo nella Stk1000, classe di contorno della Superbike con otto punti di vantaggio

JEREZ DE LA FRONTERA – Il 21enne Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing Junior Team) si è assicurato il titolo del campionato europeo Superstock 1000 Championship in Spagna, alla sua seconda stagione nella classe. L’italiano è diventato campione all'ultimo round e in questo 2017 ha vinto tre delle otto gare disputate finora. Prima di entrare nel paddock del Mondiale Superbike nel 2014, Rinaldi aveva disputato l’Europeo Superstock 600 ed era riuscito ad entrare nelle prime undici posizioni, in una classe conosciuta per la sua alta competitività. Ottenendo il suo miglior risultato nel round di Imola, nel 2015 è poi passato dalla Yamaha alla Kawasaki e in una stagione complicata è riuscito a concludere la stagione al secondo posto, nonostante per tre gare non sia andato a punti. L’italiano ha ottenuto la sua prima vittoria sulla pista di Jerez ed è chiaro che ha così fatto il suo passo in avanti sulla scena europea. Nel 2016 è poi passato all’European Superstock 1000 dove aveva come compagno di squadra il contendente al titolo Leandro Mercado, e qui ha imparato molto nella sua stagione da debuttante, concludendola al sesto posto, con due podi e sei top 10. A quel punto, nel 2017, è arrivato pronto per lottare per il titolo.

Michael Ruben Rinaldi sul gradino più alto del podio
Michael Ruben Rinaldi sul gradino più alto del podio (Sbk)

Stagione da incorniciare
Rinaldi ha iniziato la stagione con l’obiettivo chiaro in mente, dominando al MotorLand Aragon, dove ha conquistato la pole position e la prima vittoria della stagione, nonché la sua prima in assoluto nella classe. L’italiano ha tagliato il traguardo con 3.5 secondi di vantaggio sui rivali, dichiarandosi un forte rivale in campionato. Tre pole position hanno seguito il round iniziale (a Imola, Donington Park e Misano) e solo una volta ha chiuso fuori dai primi due. Il rivale Toprak Razgatlioglu (Kawasaki Puccetti Racing) è stato impossibile da fermare ad Assen, ma Rinaldi ha vinto a Imola prima di cadere a Donington Park. Nel suo secondo appuntamento di casa, a Misano, Rinaldi ha mostrato coraggio e determinazione necessari per essere un campione e ha combattuto fino alla fine con il connazionale Marco Facani (Althea Bmw Racing Team), chiudendo in seconda posizione. Dopo la pausa estiva, il pilota Ducati ha ottenuto la vittoria davanti ai tifosi tedeschi al Lausitzring al termine di una gara che l’ha visto allungare in classifica quando mancavano tre gare alla fine della stagione, a causa della caduta di Razgatlioglu. In Portogallo però ha affrontato un fine settimana complicato, chiudendo in nona posizione all’Autodromo di Algarve e in Francia ha nuovamente faticato tagliando il traguardo in decima posizione. Nonostante queste difficoltà, l’italiano ha combattuto in Spagna dove ha gestito la gara e ha chiuso sesto, vincendo il titolo con otto punti di vantaggio. Rinaldi è il decimo italiano a conquistare il titolo.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal