6 dicembre 2019
Aggiornato 05:30

Verstappen dal botto al trionfo: «Era il momento giusto»

Sono passate solo due settimane dal famigerato incidente al via di Singapore che lo aveva messo nel mirino, ma Max ha risposto nel migliore dei modi, con un perentorio successo a Sepang, il secondo in carriera, che giunge al culmine di una stagione in cui aveva finora pagato troppi guasti alla sua Red Bull

SEPANG – Non poteva farsi regalo migliore per il suo ventesimo compleanno che ha festeggiato solo ieri, Max Verstappen: il suo secondo successo in Formula 1. E se il primo trionfo (l'anno scorso a Barcellona, che lo rese il vincitore più giovane nella storia della Formula 1) non si scorda mai, questo forse vale ancora di più per come è maturato. Due settimane dopo quella famigerata partenza di Singapore che lo aveva messo per l'ennesima volta nel mirino, e al culmine di una stagione in cui aveva pagato eccessivamente non solo i suoi errori, ma soprattutto i problemi di affidabilità della sua Red Bull, con ben sette ritiri nei primi quattordici Gran Premi: «Questa vittoria è arrivata proprio al momento giusto, specialmente dopo aver vissuto una stagione così», conferma lui stesso.

Scacco al re
Qualificatosi ieri in terza piazza, il baby fenomeno olandese ha guadagnato automaticamente la seconda posizione grazie ai problemi al motore che hanno impedito a Kimi Raikkonen di prendere il via, poi l'ha difesa dagli attacchi iniziali della seconda Mercedes di Valtteri Bottas. Ma il suo passo gara, evidenziato fin dalle prove libere del venerdì, era superiore, e così al quarto giro Verstappen è riuscito a scavalcare Lewis Hamilton passando al comando, e andando subito in fuga verso il gradino più alto del podio. «Avrei potuto chiuderti la porta», ha scherzato il leader del Mondiale con lui dopo il traguardo, nella saletta che precede il podio. «Sì, ma sei in lotta per il campionato», gli ha risposto il neo 20enne, come suo solito, ovvero senza timori reverenziali. La realtà è che l'accoppiata Red Bull-Verstappen è sembrata la più in forma di questa gara e ha portato a casa un risultato meritatissimo: «Fin dall'inizio la macchina mi è sembrata a posto e ho visto che invece Lewis era in difficoltà – racconta Max – L'ho superato alla curva 1 e di lì in poi ho potuto fare la mia gara. Se avessi avuto bisogno di aumentare la velocità, ci sarei riuscito. Vincere così è davvero incredibile».

Lewis Hamilton si congratula con Verstappen dopo il traguardo
Lewis Hamilton si congratula con Verstappen dopo il traguardo (Red Bull)