26 gennaio 2020
Aggiornato 13:00
Tennis | US Open 2017

US Open, a Lorenzi non basta il cuore

Il senese fuori agli ottavi che promuovono Anderson. E' finita in quattro set: 64 63 67 (4) 64 in due ore e 57 minuti con l'azzurro che ci ha provato, ma senza fortuna.

Paolo Lorenzi esce agli ottavi degli US Open 2017
Paolo Lorenzi esce agli ottavi degli US Open 2017 ANSA

NEW YORK - Ci ha messo il cuore Paolo Lorenzi, ma si è trovato davanti una montagna di due metri e passa (203 centimetri per essere precisi) di nome Kevin Anderson, top ten nel 2015, anno in cui il 31enne sudafricano aveva già raggiunto i quarti agli US Open. Un gigante dall'ace facile e mortifero (ne ha messi segno 18). Fuori agli ottavi che promuovono Anderson. E' finita in quattro set: 64 63 67 (4) 64 in due ore e 57 minuti con l'azzurro che ci ha provato, ma senza fortuna.

PRIMO OTTAVO IN UNO SLAM - «Ho cominciato a leggere meglio il suo servizio - spiega l'azzurro - e ho iniziato a rispondere, cosa che non mi era riuscita nei primi due set e a farlo scambiare di più da fondo campo. Così mi sono creato qualche chance». Difficile dunque chiedere di più al senese, che alle porte dei 36 anni giocava il suo primo ottavo di finale in uno Slam. Contro Anderson aveva perso tutti e tre i precedenti, il più recente quest'anno a Ginevra sulla terra (75 76), mentre gli altri risalgono agli Australian Open 2013 e al torneo di Atlanta nel 2012.

CARRENO BUSTA AI QUARTI - Pablo Carreno Busta approda ai quarti di finale degli Us Open, ultimo Slam stagionale in corso sul cemento di Flushing Meadows. Il tennista spagnolo, in un programma degli ottavi ritardato causa maltempo, ha sconfitto negli ottavi il canadese Denis Shapovalov con il punteggio di 7-6(2) 7-6(4) 7-6(3).