23 agosto 2019
Aggiornato 02:00

La pioggia non frena la Ducati in Germania: Davies tra i primi

Il gallese Chaz conquista la terza posizione nella prima giornata di prove libere, subito a ridosso delle Kawasaki. Più in salita la giornata del suo compagno di squadra Marco Melandri, che dopo un guasto elettrico risale la china nel secondo turno del pomeriggio. Domani la Superpole

Chaz Davies in azione nelle prove libere bagnate della Superbike al Lausitzring
Chaz Davies in azione nelle prove libere bagnate della Superbike al Lausitzring Ducati

LAUSITZ – Dopo circa un mese di pausa estiva, il team Ducati è tornato in azione all’EuroSpeedway Lausitz per il nono round del campionato mondiale Superbike. Sul tracciato dove Ducati è il costruttore più vincente con sei vittorie all’attivo, il venerdì di prove è stato contraddistinto da condizioni meteo mutevoli, con la prima sessione di libere disputata in condizioni di asciutto e la seconda lungamente interrotta a causa di forti rovesci. Chaz Davies ha siglato il proprio miglior riferimento al mattino in virtù di un 1:37.526 che gli è valso la terza posizione sia nel primo turno che nella classifica combinata, a 354 millesimi dalla vetta. «È stata una giornata con alti e bassi – commenta il gallese – Stavamo iniziando a riprendere il ritmo dopo una lunga pausa ma la pioggia ci ha fermato anzitempo. Speravo di trovare subito le migliori sensazioni nel pomeriggio, ma abbiamo provato un assetto un po’ diverso e non ero particolarmente contento del comportamento della moto, quindi abbiamo deciso di tornare alla nostra base ma subito dopo è arrivata la pioggia. Qui non sai mai in quali condizioni sarà la pista quindi era importante uscire con gomme da pioggia ma, dopo un paio di giri, ho capito che l’asfalto era più asciutto che bagnato e quindi non sarebbe stato particolarmente utile girare se non per capire quali punti si asciugano in fretta e quali no. Speriamo che le condizioni siano più stabili domani. Penso che, dopo essere tornati al nostro assetto di base ed aver montato un motore più fresco, potremo fare un bel passo avanti. In ogni caso, siamo sempre stati competitivi qui».

Melandri recupera da un problema
Marco Melandri, rallentato nella prima sessione da un problema elettrico, ha prontamente risalito la china nel corso della seconda sessione di prove libere fino a registrare un 1:37.858 (a 686 millesimi dalla vetta) prima dell’arrivo della pioggia. Entrambi i piloti hanno così guadagnato l’accesso diretto alla Superpole 2. «È stata una giornata positiva ma non facile perché abbiamo avuto un problema elettrico nella prima sessione che ci ha fatto perdere quasi tutto il turno e nel pomeriggio abbiamo potuto fare soltanto un paio di uscite sull’asciutto, riuscendo comunque a ridurre sensibilmente il distacco – spiega Macio – A questo proposito, voglio ringraziare il team per il grande lavoro svolto. Le mie sensazioni in sella sono migliori rispetto al test, che comunque è stato molto utile per imparare il tracciato. Il layout della pista mi piace ma purtroppo l’asfalto è veramente molto rovinato, e sul bagnato diventa pericoloso, soprattutto per quanto riguarda l’ultima curva. Domani dovremo migliorare in particolare nel terzo settore per fare una buona qualifica, perché qui non è facile sorpassare. Voglio innanzitutto stare attaccato ai nostri rivali in gara, poi tutto è possibile». Il team Ducati tornerà in pista sabato alle 8:45 locali per la terza ed ultima sessione di prove libere prima di Superpole e gara-1, con partenza fissata alle ore 13 locali.

Marco Melandri rientra ai box in Germania
Marco Melandri rientra ai box in Germania (Ducati)