Calcio

Dani Alves all'attacco della Juve: "Incapaci di capire"

Durissime le dichiarazioni del brasiliano, appena passato dai bianconeri al Paris Saint Germain. Incomprensioni totali con l'ambiente alla base di un addio immediato

Dani Alves, terzino brasiliano appena passato dalla Juventus al Paris Saint Germain
Dani Alves, terzino brasiliano appena passato dalla Juventus al Paris Saint Germain (ANSA)

PARIGI - Il suo Paris Saint Germain ha vinto agevolmente alla prima giornata di campionato sotto gli occhi del neoacquisto Neymar, ma Dani Alves, altro nuovo arrivato sotto la Tour Eiffel, parla ancora della Juventus, della sua esperienza in Italia durata un solo anno e di diverse incomprensioni con l'ambiente juventino: "Io amo giocare la palla - ha detto l'ex Barcellona - e rischiare parecchio pur di azzeccare la giocata giusta, mentre alla Juve sono stati incapaci di capire la mia filosofia di gioco e questo non mi ha reso felice. Certo, alla fine sono grato alla Juventus - continua il brasiliano - ma è stato giusto cambiare aria anche se dopo un solo anno a Torino». Massimiliano Allegri il destinatario delle parole al vetriolo di Dani Alves? Forse, anzi probabile, certo è che il calciatore ha garantito solo poche partite ai suoi livelli, seppur quelle decisive, come la semifinale di Coppa dei Campioni contro il Monaco o la finale di Coppa Italia contro la Lazio, sbloccata proprio da una rete del terzino carioca, infelice nella fredda Torino ed ora contento e beato in una Parigi che promette fuochi d'artificio in Italia e in Europa. La Juve nel frattempo lo ha sostituito con De Sciglio, non esattamente il massimo per ritrovare entusiasmo.