9 dicembre 2019
Aggiornato 14:30

Davies attende il verdetto dei medici: correrà questo weekend?

Dopo aver saltato l'ultima gara per colpa della frattura a una vertebra riportata in un contatto con Jonathan Rea, il ducatista gallese dovrà ricevere l'ok dei medici per poter disputare il weekend di Laguna Seca: «Ho fatto fisioterapia tutti i giorni e le mie condizioni sono migliorate»

Chaz Davies
Chaz Davies Ducati

LAGUNA SECA – Dopo due settimane di stop, il team Ducati è pronto a tornare in pista a Laguna Seca (Stati Uniti), teatro dell’ottavo round del campionato mondiale Superbike 2017. Nell’iconico tracciato californiano, situato a pochi chilometri dalla pittoresca Monterey, sia Chaz Davies che Marco Melandri hanno raccolto risultati importanti, e la squadra è intenzionata a prolungare il momento positivo dopo la vittoria (la terza in Italia e quarta assoluta nel 2017) ottenuta in gara-2 a Misano. Ai box durante l’ultima gara a causa della frattura del processo trasverso della vertebra L3 ed una contusione al pollice sinistro sostenute a causa un contatto fortuito con Jonathan Rea, Davies ha seguito con esiti positivi un intenso programma di fisioterapia per recuperare dall’infortunio ed è già volato in California per acclimatarsi al meglio. Come da prassi, il pilota gallese verrà esaminato dal direttore medico del campionato insieme allo staff del circuito giovedì per ricevere l’autorizzazione formale a correre sul tracciato dove ha già ottenuto due vittorie ed altrettanti podi in carriera. «Ho fatto fisioterapia tutti i giorni nelle ultime due settimane, e le mie condizioni fisiche sono migliorate costantemente – racconta il ducatista – In generale mi sento bene e la schiena non mi dà particolari fastidi, dobbiamo solo aspettare l’ok ufficiale dei medici. Sinceramente non vedo l’ora di tornare in pista. Non potermi allenare è stato un po’ frustrante, ma non volevo rischiare di peggiorare le cose. Voglio sfruttare i prossimi giorni per rimettere in movimento i muscoli. Laguna Sera è una pista stupenda, evoca dei bei ricordi, ed ha un’atmosfera unica. Forse fisicamente non saremo al 100% ma, se riusciremo a trovare un assetto che ci consente di essere veloci senza forzare troppo, possiamo ottenere dei grandi risultati, quindi sono fiducioso».

Una delle piste preferite di Melandri
Anche Melandri ha già trionfato a Laguna Seca, sfiorando una doppietta nel 2014, ed è salito sul podio con un terzo posto nella stagione precedente. In virtù dei passi avanti compiuti dal punto di vista dell'assetto, culminati con la prima vittoria in sella alla Panigale R a Misano, il pilota italiano punta ad essere costantemente tra i protagonisti nel prosieguo della stagione. «Laguna Seca è una delle mie gare preferite, mi piace molto il tracciato ma soprattutto l’atmosfera della California in generale: il clima, il posto, il calore dei tifosi – spiega Macio – La pista è piccola ma veloce, con tanti cambi di direzione e di pendenza. È completa e non ti dà respiro. Poi, spesso le gare lì hanno delle ripartenze. Dovremo lavorare anche in funzione di questo, dal punto di vista tattico. In queste due settimane mi sono allenato e ho ricaricato le pile. Mi sento bene ed è il momento giusto per ripartire. A Misano abbiamo cambiato marcia, e credo che potremo essere competitivi su tutte le piste da qui in poi. Ora guido una moto più adatta alle mie caratteristiche». Dopo sette round, Davies e Melandri sono rispettivamente terzo (185 punti) e quarto (163 punti) in campionato. Il team Ducati tornerà in pista venerdì alle 9:45 locali per la prima sessione di prove libere.

Davies in sella alla sua Ducati Panigale R
Davies in sella alla sua Ducati Panigale R (Ducati)