17 febbraio 2020
Aggiornato 19:30
Guai fisici per il talentino italiano della classe intermedia

Lorenzo Baldassarri salta i test: fermato da un'infiammazione

Il 20enne marchigiano, alfiere del team Forward in Moto2 e della VR46 Riders Academy di Valentino Rossi, non scenderà in pista alla ripresa delle prove pre-campionato oggi a Jerez: colpa di un problema al tendine del braccio sinistro

JEREZ DE LA FRONTERA – In seguito a tre uscite molto promettenti a Valencia e presso il tracciato Jerez de la Frontera, Lorenzo Baldassarri e Luca Marini sono tornati questa settimana sul circuito andaluso per i primi test ufficiali della stagione 2017. Tuttavia, il team Forward, in accordo con il pilota ed il management della VR46 Riders Academy, ha annunciato che Baldassarri, oggi, non prenderà parte alle sessioni di test, a causa di un’infiammazione al tendine del braccio sinistro. La scelta preventiva è stata guidata anche dall’imminenza della prima e più importante tappa del campionato del mpndo Moto2 che avrà luogo tra quindici giorni sul circuito di Losail, a Doha. Nonostante ciò, il ventenne marchigiano sta lavorando ad un celere recupero grazie anche all’esperto supporto dello staff della clinica mobile. Il giovane alfiere dell'accademia di Valentino Rossi, certo di poter tornare molto presto al 100% della sua forma fisica, afferma che la mancata presenza in pista non ostacolerà la sua preparazione pre-campionato, in quanto la squadra, ad oggi, ha già raccolto preziose informazioni durante le tre giornate di test sui 4,428 km del circuito: «È ovvio che io sia dispiaciuto di non poter scendere in pista – ha spiegato Balda – ma preferisco andare sul sicuro ed essere cauto qui a Jerez, dove siamo già stati in grado di acquisire dati importanti durante le settimane passate. Dopo l’uscita di mercoledì scorso ho iniziato a sentire un fastidio al braccio sinistro; per questo motivo ho deciso di sottopormi ad una risonanza magnetica al mio rientro a casa. Purtroppo il referto del medico ha confermato un’infiammazione al tendine che momentaneamente mi costringe a tenere il braccio a riposo. Fortunatamente non ci sono lesioni però tengo molto a dare al mio corpo il tempo di guarire completamente, in tal modo potrò essere in perfetta forma per la gara di apertura in Qatar, che si terrà tra due sole settimane. Abbiamo pertanto deciso, insieme al team, di stare fermi almeno in questi primi giorni qui a Jerez».