14 dicembre 2019
Aggiornato 01:00

Abate: «Battere la Juve per rendere orgogliosi i nostri tifosi»

Il nuovo simbolo del Milan è capitan Abate. Da quando ha iniziato ad indossare la fascia il suo rendimento è cresciuto in maniera esponenziale e ora è pronto ad indicare la strada da seguire ai suoi giovani compagni: «Dobbiamo essere sereni, spensierati ed incoscienti».

MILANO - Il nuovo capitano coraggioso del Milan è il simbolo di questa squadra: coraggioso, battagliero, carico, ma anche - come dichiara lo stesso Ignazio Abate - «sereno, spensierato ed incosciente». Da quando Riccardo Montolivo si è fermato ai box per il grave infortunio subito in Nazionale e gli ha lasciato la fascia di capitano, il biondo terzino sembra aver moltiplicato per 100 energie e risorse e la crescita del suo rendimento è esponenziale.

L’appuntamento di domani contro la Juventus merita di essere affrontato con la giusta dose di attenzione perchè «loro sono la squadra più forte, ma noi abbiamo dimostrato che nei 90 minuti può succedere di tutto». 

Vogliamo la Coppa

La convinzione di poter sconfiggere i pentacampioni d’Italia esiste, ma per farlo occorre disputare un match senza errori: «Sarà una partita difficilissima ma ci arriviamo in buone condizioni, sia fisiche che mentali - le parole di Abate nella conferenza stampa della vigilia -. Abbiamo offerto delle buone prove ultimamente, non siamo contenti del risultato contro l'Atalanta ma gioco e spirito messi in campo ci fanno ben sperare. Dobbiamo viverla serenamente, essere spensierati e incoscienti. Loro sono più abituati di noi a vivere certe vigilie ma c'è da essere fiduciosi, vogliamo rendere orgogliosi i nostri tifosi e cercheremo di portare a casa questa coppa anche per loro».