20 marzo 2019
Aggiornato 18:00
La classe intermedia si prepara per la nuova stagione

Primi test anche per la Moto2: Baldassari terzo, Bagnaia miglior deb

Brillano i giovani piloti italiani (in particolare quelli della Vr46 Academy) nella due giorni di prove 2017 a Jerez: il pilota del team Forward è sul podio, mentre Pecco, all'esordio anche per la squadra Sky Vr46, batte gli altri rookie

Lorenzo Baldassarri in azione nei test di Jerez
Lorenzo Baldassarri in azione nei test di Jerez

JEREZ DE LA FRONTERA – È stata ricca di soddisfazioni la due giorni di test di Moto2 sul circuito di andaluso di Jerez per i piloti italiani, in particolare quelli della Vr46 Academy. I due piloti della Forward, Lorenzo Baldassarri e Luca Marini, hanno testato per la prima volta il materiale con cui scenderanno in pista nel 2017 ottenendo buone sensazioni che si sono poi riflettute sui tempi sul giro. Baldassarri ha fin da subito spinto molto per fare più giri possibile, concludendo la prima giornata con 90 giri all’attivo e la seconda con 87. Il marchigiano ha fermato il cronometro in 1:42.413, un tempo che lo pone al terzo posto nella classifica combinata delle due giornate: «Due giorni di test positivi dove abbiamo fatto tantissimi giri lavorando molto. Era importante capire che cosa non fosse funzionato a Valencia e devo dire che ci siamo ritrovati. Buone sensazioni con il nuovo telaio, mi sono trovato subito a mio agio. Ora possiamo rilassarci un po’ per arrivare pronti all’inizio della prossima stagione». Il suo compagno di squadra Luca Marini non è stato da meno, accumulando 88 giri il mercoledì e 68 oggi. Il pesarese ha subito manifestato il suo apprezzamento per il nuovo pacchetto 2017 migliorando il tempo che aveva fatto segnare nelle qualifiche del GP di Spagna sullo stesso tracciato ad aprile: «Sono contento di come sono andati questi due giorni. Dopo questa stagione di esordio mi sento molto migliorato sulla moto e mi sono trovato bene con il materiale nuovo che abbiamo provato: per il prossimo anno sono fiducioso. C’è ancora qualche miglioria da fare ma si vede che è stato fatto un gran lavoro da Kalex, da Ohlins e da noi del team. I tempi sono stati positivi, sono riuscito ad abbassare il tempo che ho fatto in qualifica quest’anno. Adesso ci riposiamo un po’ e poi cominciamo il 2017, non vedo l’ora di salire in moto».

Pecco Bagnaia esordisce con il team Sky Vr46 in Moto2
Pecco Bagnaia esordisce con il team Sky Vr46 in Moto2 (Vr46)

Per il team di Valentino Rossi prima prova nella nuova classe
Esordio positivo nella categoria intermedia anche per lo Sky Vr46: Pecco Bagnaia è stato il migliore dei debuttanti in pista con il tempo di 1:43.151 (nono assoluto) mentre Manzi ha fermato il cronometro su 1:45.142, che gli vale il diciottesimo posto in classifica, subito alle spalle dell'altro esordiente italiano Andrea Locatelli. Tutti i piloti hanno iniziato a prendere confidenza con le loro Kalex. Il torinese, che nella prossima stagione correrà con il numero 42, si è fermato a soli otto decimi di distacco dal capofila (Nakagami con 1:42.280), soddisfatto dei suoi 105 giri all'attivo: «Sono contento di questo esordio in Moto2 e del nuovo team: ieri abbiamo iniziato subito con il piede giusto e oggi sono riuscito ad essere veloce fin dalle prime battute. Ho trovato un buon ritmo e questo potrà essere molto utile in vista della gara la prossima stagione. L'assetto di base sul quale abbiamo lavorato mi permette di guidare come vorrei e questo è molto importante in vista del test della settimana prossima». Al lavoro anche Stefano, con 124 giri, che nel secondo giorno ha migliorato il tempo di quasi otto decimi: «Un avvio positivo: la moto mi piace e anche il clima nel team è ottimo. Sono soddisfatto, ho fatto una sessantina di giri oggi e non vedo l'ora di continuare il lavoro a Valencia. Non siamo lontani dai primi, ma sono convinto di avere buoni margini di miglioramento». Per Bagnaia e Manzi il prossimo appuntamento con i test invernali sarà il 21 novembre sul circuito Ricardo Tormo di Valencia.