23 ottobre 2019
Aggiornato 20:30

Il Pescara rivuole Lapadula

Il presidente abruzzese Sebastiani esce allo scoperto dichiarandosi disponibile a riportare l'attaccante del Milan in riva all'Adriatico a gennaio

PESCARA - Poco utilizzato finora da Montella al Milan, una città intera che lo acclama e lo invoca dopo i 30 gol dell'anno scorso e un attacco sterile oggi. Il Pescara piomba nuovamente su Gianluca Lapadula, attaccante che in estate proprio la società abruzzese ha ceduto al Milan dove però è tutt'altro che un titolare, anzi, è quasi sempre relegato in panchina per gli interi novanta minuti delle partite. Considerato poi che il Pescara di Oddo, orfano del capocannoniere dell'ultimo campionato di serie B, produce gioco ma fatica a segnare, la deduzione è logica: perchè non riportare sull'Adriatico l'idolo della folla biancazzurrra? Il pubblico pescarese ci crede, il presidente Daniele Sebastiani ci mette il carico affermando: "Sento dire che Lapadula sia un flop, ma io aspetterei a giudicare, lo farei giocare più spesso e poi inizierei a trarre qualche conclusione. E dico anche che io me lo riprenderei anche a gennaio, se il Milan compra un'altra punta, il Pescara è pronto a riportarlo a casa». Difficile, tuttavia, che i rossoneri si privino dell'attaccante torinese, soprattutto perchè la partenza più probabile nel mercato invernale è quella di Luiz Adriano, con Lapadula a giocarsi le sue carte alle spalle di Carlos Bacca. Lapadula-Milan, i titoli di coda sono ancora lontani.