19 agosto 2022
Aggiornato 06:00
Il pilota italiano si becca una penalità

Petrucci e Redding come Rossi e Lorenzo: incidente tra compagni di squadra

I due piloti del team Pramac, in lotta tra di loro per la terza Ducati ufficiale nella prossima stagione, alzano un po' troppo il livello dello scontro e finiscono per toccarsi, compromettendo il loro risultato nel Gran Premio di Aragon

ALCAÑIZ – Dopo un sabato di soddisfazione per la doppia top 10 conquistata in qualifica, la domenica di Aragon non regala gioie al team Pramac. Dopo una buona partenza in cui Scott Redding è riuscito a superare il suo compagno di squadra Danilo Petrucci per girare alla prima curva rispettivamente nono e decimo mantenendo le posizioni della qualifica, a metà del primo giro un contatto tra i due ha costretto il pilota inglese ad uscire di traiettoria perdendo successivamente l’anteriore sul cordolo. Scott è rientrato in pista dopo il crash ma non ha potuto far altro che chiudere la gara senza riuscire a combattere per la zona punti. «Sono molto dispiaciuto per quello che è successo – tuona l'inglese – Non credo che sia una cosa bella quando succede tra compagni di squadra. Ero partito abbastanza bene poi mi sono sentito arrivare Danilo addosso e questo contatto mi ha fatto allargare la traiettoria. Quando sono passato sul cordolo ho perso l’anteriore. Ho continuato fino alla fine ma è stato davvero frustrante anche perché nelle ultime gare non ho avuto la possibilità di combattere nel gruppo per fare esperienza con questa moto in condizioni da asciutto». Danilo ha proseguito pur dovendo fare i conti con problemi di natura tecnica che lo hanno costretto a girare in tempi piuttosto alti. Poi al nono giro la direzione gara, dopo aver rivisto le immagini del contatto, ha inflitto a Petrux un ride through di penalizzazione. Anche per il pilota delle Fiamme oro la gara a quel punto è stata compromessa. «Mi dispiace molto per quello che è successo con Scott – ammette l'italiano –Fin dalle prime curve ho sentito di aver dei problemi con la moto, non riuscivo a frenare bene andando sempre largo. Purtroppo ho toccato Scott. Non mi è sembrato un contatto molto pesante ma è stato sufficiente per mandarlo fuori pista. Sono davvero mortificato. Lui è molto arrabbiato e gli chiederò scusa. Il resto della gara è stato davvero difficile». Petrux e Scott hanno chiuso rispettivamente al 17° e 19° posto.