22 ottobre 2020
Aggiornato 08:00
Un nuovo talento italiano in Moto3

Dalla Porta sostituisce il licenziato Fenati nel team Sky Vr46

La sospensione di Romano si trasforma in un siluramento definitivo. Anche questo fine settimana a Brno la squadra di Valentino Rossi scenderà in pista solo con due moto, ma dalla prossima gara arriverà il 19enne di Prato

BRNO – Dopo la sospensione in occasione del Gran Premio d'Austria, si interrompe definitivamente dalla gara di Brno il rapporto tra Romano Fenati e lo Sky Racing Team Vr46. «Al termine di tre anni di lavoro e successi insieme, auguriamo a Romano il migliore futuro professionale e sportivo», si legge nella nota ufficiale della scuderia. Ma Sky e la Vr46 di Valentino Rossi continuano a lavorare con l'obiettivo di far crescere i giovani talenti italiani del motociclismo. Lorenzo Dalla Porta salirà sulla Ktm del team Moto3, al fianco di Andrea Migno e Nicolò Bulega, fino al termine della stagione. Il diciannovenne di Prato, che ha esordito nel Mondiale nel 2015 dopo l'esperienza al Cev e ha corso due gare quest'anno (GP d'Italia e GP d'Olanda), sarà in pista dalla gara di Silverstone in programma il primo weekend di settembre. Per Brno non è prevista alcuna sostituzione. «Romano, come già comunicato, ha interrotto il suo rapporto con il team e non correrà a Brno – conferma il team manager Pablo Nieto – Per questa gara non ci sarà alcun sostituto: Lorenzo Dalla Porta sarà con noi da Silverstone».

Due moto in pista questo weekend
A soli sette giorni dal GP d’Austria si riaccende oggi il semaforo verde al box dello Sky Racing Team VR46. Sulla storica pista di Brno, tra i tracciati più difficili e tecnici dell’intero campionato, Nicolò Bulega e Andrea Migno non vedono l’ora di tornare in sella alle loro Ktm. Dopo la giornata di test a Spielberg, dove il team ha lavorato su setting e confidenza alla guida sul bagnato, Nicolò è pronto a lottare con i più forti. Il giovane rookie, che ha avuto occasione di conoscere la pista durante un test KTM la scorsa primavera, è motivato a dimostrare tutto il suo valore. Carico al via anche Andrea, tredicesimo lo scorso anno sotto la bandiera a scacchi e da sempre affascinato dalla pista ceca. Per il pilota italiano l’obiettivo è chiaro: centrare la zona punti e avvicinare il gruppo di testa. «Dopo il test di lunedì al Red Bull Ring siamo motivati fare del nostro meglio su un tracciato molto difficile e tecnico – conclude Nieto – Entrambi i piloti conoscono la pista e sono sicuro saranno in grado di fare una buona gara. Nicolò ha fatto bene in Austria e sicuramente lotterà con i più forti. Andrea ha bisogno di dimenticare lo scorso weekend e non c'è modo migliore che tornare in sella alla sua Ktm».