26 marzo 2019
Aggiornato 06:30

Cessione Milan, Forchielli a Sky: «La cordata cinese non esiste»

Dichiarazioni inquietanti rilasciate a Sky Sport da parte di Alberto Forchielli, direttore del fondo di Private Equity Mandarin Capital Partners e collaboratore per il Corriere della Sera: «Berlusconi sta tirando troppo la corda, in Cina a nessuno piace fare la figura del fesso».

MILANO - La questione più calda dell’estate calcistica italiana, la cessione del pacchetto di maggioranza dell’Ac Milan, si tinge di giallo. Eravamo quasi pronti con le bottiglie di champagne per brindare ad una transazione vicina alla chiusura ed invece è arrivata dall’autorevole Sky un’indiscrezione che getta una luce inquietante su tutta la vicenda.

A parlare ai microfoni di Sky Sport è Alberto Forchielli, direttore del fondo di Private Equity Mandarin Capital Partners e collaboratore per il Corriere della Sera: «Ho parlato con Pechino stamattina e mi hanno detto che la cordata di cui si parla per acquistare il Milan non esiste. Mi hanno detto che molta gente è venuta, anche importante. C'è chi è ancora interessato, chi si è ritirato, in tanti hanno parlato con Berlusconi. I problemi però sono due, innanzitutto in Cina imputano a Berlusconi di aver fatto il furbo con Mr. Bee, ovvero averlo mandato in giro come un cavallino per tirare su il prezzo della squadra e la cosa non è piaciuta; e poi pensano che l'Inter sia costata molto meno di quanto richiesto per il club di via Aldo Rossi e non si spiegano il perchè di questa differenza di prezzo. In Cina a nessuno piace fare la figura del fesso».