17 luglio 2019
Aggiornato 02:30

Anche il pupillo di Valentino frega gli spagnoli in casa

In Moto3 Niccolò Bulega bissa l'impresa del suo mentore: alla sua quinta gara nel Motomondiale stacca la prima pole position in carriera. «Un sogno che si avvera», il suo commento a caldo

Niccolò Bulega festeggia la pole position a Jerez
Niccolò Bulega festeggia la pole position a Jerez

JEREZ DE LA FRONTERA – La pista di Jerez continua ad essere teatro di tappe importanti per lo Sky Racing Team Vr46. Sul tracciato andaluso il debuttante Nicolò Bulega conquista la prima pole position in carriera e scatterà domani dalla prima casella della griglia di partenza del GP di Spagna. Nicolò stacca in qualifica un ottimo 1:46.223 che gli vale il primato con due decimi di margine su Binder (1:46.436). Il giovane talento italiano, da sempre affezionato alla pista di Jerez, si candida ad essere uno dei protagonisti della gara di domani. «Sono davvero felice di questo risultato – dichiara il giovane pupillo di Valentino Rossi – Arrivare a Jerez, una pista che conosco bene e che mi piace, alla prima gara europea del Mondiale e fare la pole position è un risultato incredibile. Un sogno che si avvera. Voglio ringraziare tutto il team e la mia famiglia per il gran lavoro fatto in queste gare, per l'impegno e la passione. Avevo un ottimo feeling con la moto, sono riuscito a spingere al massimo e non vedo l'ora di scendere in pista per la gara».​

Festa per tutto il team
Nona posizione per Romano Fenati (1:47.072) che fatica a trovare il giusto feeling con la sua Ktm. Diciassettesimo Andrea Migno (1:47.397) che risente dei postumi dell'infortunio al polso della settimana scorsa. «È stata una grande qualifica e siamo molto soddisfatti della pole position di Bulega – commenta il team manager Pablo Nieto – La prima pole in carriera è un momento speciale e Nicolò ha fatto davvero un ottimo lavoro sino ad ora in questa stagione. Scatterà domani dalla prima casella della griglia di partenza e siamo molto fiduciosi per la gara. Romano ha faticato a trovare il giusto feeling sul giro secco, partirà dalla terza fila e ha un buon passo per la gara. Andrea non è al 100% della condizione fisica, ma può lottare per i punti domani».