16 luglio 2019
Aggiornato 02:30
Coppa del mondo di sci

Lindsey Vonn regina di Cortina

La sciatrice americana è inarrestabile e nel superG di Cortina batte il record di Renate Goetschl con 11 successi, salendo a 75 vittorie complessive, solo 11 in meno di Ingemar Stenmark, il più vincente di sempre.

CORTINA - Lindsey Vonn è inarrestabile e nel superG di Cortina batte il record di Renate Goetschl con 11 successi, salendo a 75 vittorie complessive, solo 11 in meno di Ingemar Stenmark, il più vincente di sempre. Vonn batte con sicurezza Tina Weirather per 69 centesimi e Viktoria Rebensburg per 1:15.

Nono posto per la Brignone
Ancora un ottimo risultato per Federica Brignone, che oggi mette in carniere il nono posto, dopo il decimo ottenuto ad Altenmarkt e risale le liste di partenza. «È la disciplina in cui mi sono sempre trovata meglio, sin da bambina - ha detto Brignone - e quella che mi ha permesso di vincere le prime gare. Mi sento molto a mio agio, mi diverto e piano piano sto migliorando. Mi sono allenata fino a novembre, poi mi sono dedicata solo a gigante e slalom. Da poco l'ho ripresa e ora intendo crescere e migliorare ad ogni gara. È molto importante perché mi permette di avere più obiettivi e variare il programma di allenamento».

Le altre italiane
Buona gara anche per Elena Curtoni che si prende il decimo posto, in condominio con l'austriaca Stephanie Venier. Migliora Sofia Goggia che oggi è quindicesima, pari merito con Nadia Fanchini. Verena Stuffer è 19/a, 20/a Elena Fanchini e 32/a Daniela Merighetti.

L'azzurro Razzoli cade a Kitzbuehel, sospetta rottura del crociato
Brutto infortunio per Giuliano Razzoli dopo pochi secondi della prima manche dello slalom maschile di Kitzbuehel. L'azzurro è atterrato malamente da un piccolo salto. Gli accertamenti al ginocchio sinistro effettuati presso il centro di pronto soccorso di Kitzbuehel hanno evidenziato la sospetta rottura del legamento crociato. Razzoli rientrerà in giornata a Milano, dove verrà sottoposto presso la clinica La Madonnina ad ulteriori accertamenti da parte della commissione medica della Fisi. Anche Stefano Gross si è presentato al cancelletto di partenza con un leggero stiramento all'adduttore della gamba sinistra, frutto di una inforcata durante un allenamento nei giorni scorsi a Pozza di Fassa.