18 giugno 2024
Aggiornato 16:30
Calcio

Prandelli sul Milan: "Punta sui giovani e pensa al futuro"

L'ex commissario tecnico della Nazionale approva pienamente la politica rossonera di affidarsi a diversi elementi nati dopo il 1990 guardando anche al domani

MILANO - Cesare Prandelli, allenatore dell'Italia dal 2010 al 2014, commentando le sorti della serie A ha utilizzato parole di ammirazione nei confronti del Milan e della scelta societaria di schierare in rosa e in squadra svariati calciatori giovani, molti dei quali nati dopo il 1990 e al limite della maggiore età: "Il Milan è una società potente economicamente e blasonata - afferma l'ex tecnico della Fiorentina - e se ha deciso di schierare giocatori giovanissimi come Donnarumma, Romagnoli e Niang, vuol dire che ha un'idea ben precisa e sta progettando il futuro oltre che organizzare il presente. Potenzialmente quello rossonero è un organico di tuto rispetto, ma bisogna dare il giusto tempo a Mihajlovic per far rendere tutti al meglio, poichè la scelta dei giovani paga ma se impostata con correttezza e con un margine temporale a lunga scadenza".