31 maggio 2020
Aggiornato 07:00
Internazionali d'Italia 2015

La finale sarà Suarez Navarro - Sharapova

Non è stata una passeggiata, ma alla fine Maria Sharapova ce l'ha fatta: battendo l'australiana Daria Gavrilova col punteggio di 7-5 6-3 ha conquistato la finale agli Internazionali BNL d'Italia, la terza in carriera dopo quelle del 2011 e 2012, entrambe vinte.

ROMA - Non è stata una passeggiata, ma alla fine Maria Sharapova ce l'ha fatta: battendo l'australiana Daria Gavrilova col punteggio di 7-5 6-3 ha conquistato la finale agli Internazionali BNL d'Italia, la terza in carriera dopo quelle del 2011 e 2012, entrambe vinte. La russa ha giocato con intelligenza e ha contenuto una Gavrilova che comunque è piaciuta per la naturalezza con cui ha gestito una situazione totalmente nuova.

Sharapova: Spero che per la finale il tempo sia buono
«Sarà una partita dura contro Carla Suarez-Navarro, è cresciuta molto, ha uno dei rovesci migliori del circuito», ha osservato la numero tre al mondo augurandosi che in finale la terra rossa del Centrale sia meno insidiosa. «Decisamente non è sugli standard di questi tornei, ci sono molte buche. È una cosa da riconsiderare per i prossimi anni - ha sottolineato -. Abbiamo giocato in condizioni difficili, la terra era pesante e ho dovuto adeguarmi. Spero che per la finale il tempo sia buono e la terra più asciutta».

Carla Suarez Navarro in finale
La spagnola Carla Suarez Navarro è la prima finalista degli Internazionali Bnl d'Italia che si disputano sulla terra rossa del Foro Italico. La tennista n.10 del seeding ha battuto a sorpresa la romena n.2 del mondo, Simona Halep, con il punteggio di 2-6, 6-3, 7-5, in due ore e 29' di gioco.
Per la spagnola è la terza finale dell'anno dopo quelle di Anversa (dove non ha giocato per un problema al collo) e del Premier Mandatory di Miami.

Ho vinto match di grande livello
«Credo di aver giocato un buon tennis, abbiamo giocato entrambe ad alto livello e sono felice per come sia andata oggi». Così Carla Suarez Navarro commenta il successo a sorpresa contro la n.2 del mondo Simona Halep, che le è permesso l'approdo alla finale degli Internazionali Bnl d'Italia. Visibilmente commossa, la tennista spagnola ha salutato il pubblico del Centrale e ha svelato che stasera mangerà «la pasta italiana». «Mi piace giocare a Roma - assicura in conferenza -. Il primo giorno ho giocato sul Pietrangeli e il campo era pieno e così oggi. Qui amano il tennis e lo avverto. Ho cambiato la mia racchetta e mi sento meglio - rivela - e mi fa giocare più aggressiva ma quello che è molto importante è la mentalità. Devi essere regolare e imparare da ogni singolo match e da ogni settimana. Voglio giocare il mio meglio ogni volta. Essere la n.8 è buon numero ma è solo un numero».
Domani affronterà in finale una tra Maria Sharapova e Daria Gavrilova. «Gioco sulla terra e mi sento bene sulla terra - spiega - sarà una finale difficile contro Maria o Daria perché sono buone giocatrici, Daria sta giocando molto bene questa settimana. Maria gioca molto aggressiva nei momenti importanti e questo è molto importante». La Suarez Navarro, invece, ha la particolarità di giocare il rovescio a una mano come Francesca Schiavone. «Con Francy parlo molto e ci siamo allenati spesso insieme, lei mi parla della sua esperienza nei tornei - conclude -. È stata grande per il nostro sport. Sì noi giochiamo in modo simile ed è uno dei miei punti di riferimento».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal