19 ottobre 2019
Aggiornato 12:30

A Quintana la cronoscalata, Aru secondo

Il colombiano della Movistar, consolida la maglia rosa trionfando nella cronoscalata di 26,8 chilometri da Bassano del Grappa alla Cima Grappa precedendo di soli 17 secondi uno straordinario Fabio Aru, in testa per buona parte della salita.

CIMA GRAPPA - Nairo Quintana mette il sigillo, forse definitivo, sul Giro d'Italia 2014. Il colombiano della Movistar, consolida la maglia rosa trionfando nella cronoscalata di 26,8 chilometri da Bassano del Grappa alla Cima Grappa precedendo di soli 17 secondi uno straordinario Fabio Aru, in testa per buona parte della salita. Il sardo dell'Astana sale al terzo posto nella generale dietro alla maglia rosa Quintana e ad Uran, terzo sulla Cima Grappa.

QUINTANA IMPRENDIBILE - La cronometro odierna presentava dopo 7 chilometri pianeggianti, un'ascesa con pendenze davvero impegnative, mai sotto al 9-10% con punte al 14% nell'ultimo tratto. Nonostante le previsioni dessero pioggia, il tempo sulla Cima Grappa si è mantenuto variabile ma asciutto, facilitando la salita dei corridori. La cronoscalata è entrata nel vivo quando sono partiti i migliori: il pubblico ha accompagnato con grande calore la salita di Fabio Aru, vera rivelazione di giornata che è riuscito nell'impresa di superare in classifica Pierre Rolland, ora quarto. Solo un imprendibile Quintana, col tempo di 1'05:37, ha tolto la gioia della seconda vittoria in questo Giro al ciclista sardo.

DOMANI LO ZONCOLAN - In classifica generale Quintana precede di 3'07 Uran e di 3'48 proprio Aru. Domani va in scena la 20esima e penultima tappa del Giro d'Italia, da Maniago al Monte Zoncolan. Sulla terribile salita friulana si deciderà la corsa rosa.