21 novembre 2019
Aggiornato 04:00

Novara: via Mondonico, ritorna Tesser

A soli due giorni dalla sconfitta di Bologna. La mossa di richiamare Tesser sembra l'ultimo tentativo del club di acciuffare la salvezza. Impresa quasi disperata, se si considera che la squadra è penultima in classifica

NOVARA - Rivoluzione a Novara. A due giorni di distanza dalla sconfitta di Bologna, la società piemontese ha deciso di esonerare il tecnico Emiliano Mondonico e di riaffidare la panchina ad Attilio Tesser che, a sua volta, era stato allontanato dal club a fine gennaio. Manca ancora l'ufficialità, ma l'avvicendamento in panchina ormai sembra cosa fatta. La breve esperienza di Mondonico a Novara è durata sei partite, con un bottino di cinque punti frutto di una vittoria (lo storico 1-0 a San Siro contro l'Inter), due pareggi contro Cagliari e Atalanta, e tre sconfitte contro Chievo, Catania e Bologna.

La squadra è penultima in classifica - La mossa di richiamare Tesser sembra l'ultimo tentativo del club di acciuffare la salvezza. Impresa quasi disperata, se si considera che la squadra è penultima in classifica a -12 dalla quart'ultima posizione. Intanto si registra la prima, forte reazione alla notizia: la figlia di Emiliano Mondonico ha postato su Facebook la scritta «Infami», anche se non accostata al nome della società piemontese.
Oltre che con il tecnico di Rivolta d'Adda, il Novara ha deciso di interrompere i rapporti anche con il direttore sportivo Mauro Pederzoli. «La decisione - si legge in una nota del club piemontese - è maturata a seguito di un colloquio sereno tra le parti, da cui è emerso il venir meno delle condizioni per proseguire il percorso insieme».