15 novembre 2019
Aggiornato 21:30

Trapattoni: Il gatto è nel sacco, ma è selvaggio

L'Irlanda a un passo dalla qualificazione a Euro 2012: «Siamo orgogliosi dei nostri giocatori». Amichevole di lusso a Wembley: Inghilterra cinica, Spagna ko

MILANO - A chi dice a Giovanni Trapattoni che il celebre gatto è ormai nel sacco, il tecnico risponde: «Sì, adesso il gatto è nel sacco, ma il sacco è aperto e il gatto è selvaggio». Battute a parte, il Trap e la sua Irlanda sono praticamente a un passo dalla qualificazione a Euro 2012, avendo battuto fuori casa l'Estonia con un sonoro 4-0 nell'andata degli spareggi: «Siamo orgogliosi dei nostri giocatori - dice il tecnico italiano - del loro impegno, della loro mentalità e della loro fiducia in ciò che avevo chiesto loro di fare».
Il Trap si prende così una rivincita dopo la cocente delusione che non gli permise l'accesso agli scorsi Mondiali (il gol di mano di Henry che diede la qualificazione alla Francia ai playoff): «Non è mai facile quando sei favorito, ma abbiamo centrato un grande risultato. Dobbiamo restare seri e avere rispetto per i nostri avversari che martedì verranno da noi a giocare una grande partita. Non dobbiamo sottovalutarli - dice il tecnico, che poi ringrazia anche i tifosi -. Congratulazioni ai supporters irlandesi che ci hanno seguito fino a qui, ma anche a quelli che sono rimasti in Irlanda».

Amichevoli: Inghilterra cinica, Spagna ko - L'Inghilterra batte la Spagna per 1-0 nell'amichevole di lusso di Wembley. Per i britannici era soprattutto l'occasione per provare i sostituiti di Rooney nel ruolo di prima punta. Al posto della stella dello United (che dovrà scontare 3 turni di squalifica a Euro 2012), è stato schierato Darren Bent. L'attaccante dell'Aston Villa ha disputato una buona gara, impreziosita dal colpo di testa spedito sul palo e ribadito in rete da Lampard al 49'. Inghilterra cinica e brava nell'approfittare di una Spagna troppo concentrata sul possesso di palla esasperato.
Dopo il vantaggio del centrocampista del Chelsea le Furie Rosse hanno cercato al porta con più convinzione. I protagonisti del forcing degli iberici sono stati Villa e Fabregas. Il «Guaje» ha colpito il palo al 73', mentre l'ex Arsenal si è reso pericoloso con un paio di conclusioni nel finale di partita. Seconda sconfitta per i campioni del Mondo, dopo la caduta contro gli azzurri nell'amichevole del San Nicola. Nota lieta per gli iberici: Casillas eguaglia il record di Andoni Zubizarreta per quanto riguarda le presenze, 126, con la maglia della selezione spagnola.