27 maggio 2020
Aggiornato 16:00
Lettera aperta sul sito ufficiale del Milan

Cassano: Grazie a tutti. Prandelli: Ti aspetto

Antonio Cassano ringrazia tifosi e amici che non gli hanno fatto mancare l'affetto in questo periodo difficile. Galliani: Arriverà un attaccante. Del Piero? Non scherziamo. Prandelli: Cassano e Rossi, vi aspetto ma...

MILANO - Antonio Cassano ringrazia tifosi e amici che non gli hanno fatto mancare l'affetto in questo periodo difficile. L'attaccante, in una lettera aperta sul sito ufficiale del Milan, non dimentica di dedicare un pensiero anche a José Mourinho e ai giocatori del Real Madrid, che prima dell'ultima partita di campionato hanno indossato una maglia con dedica a Fantantonio.
«Cari amici - scrive Cassano - desideravo esprimere il mio ringraziamento personale e quello di tutta la mia famiglia per lo straordinario affetto che mi avete dimostrato in questi giorni. Difficoltà e tristezza sono state mitigate dalle tante manifestazioni di vicinanza, giunte un po' da tutte le parti del mondo. Il Presidente Silvio Berlusconi, Adriano Galliani, Massimiliano Allegri, i dottori Tavana e Mazzoni, lo staff, i miei compagni di squadra e tutto il Milan mi sono sempre stati molto vicini: anche grazie a loro e alla grande fiducia nei medici che mi hanno avuto in cura, ho affrontato con coraggio questo mio «infortunio», così diverso da quelli che ogni tanto capitano a noi calciatori».
«Nell'abbracciare idealmente tutti quelli che mi hanno incoraggiato e fatto sentire un uomo importante venendo di persona fuori dal Policlinico di Milano o attraverso i numerosi messaggi che mi sono pervenuti, mi fa piacere dedicare un commosso ringraziamento a tutto il Real Madrid, in particolare al Presidente Florentino Perez e all'allenatore José Mourinho».
«Adesso osserverò un periodo di riposo a casa - conclude Cassano - restando incollato alla televisione per seguire da vicino il mio Milan, la Nazionale italiana e purtroppo anche la tragica situazione di Genova, la città che porto nel cuore e che presto saprà uscire fuori dai problemi di questi giorni. Lo stesso farò anche io e prometto a tutti che tornerò in campo prima possibile. Un abbraccio a tutti e grazie!».

Galliani: Arriverà un attaccante. Del Piero? Non scherziamo - Il Milan è pronto a muoversi sul mercato per sostituire al meglio Antonio Cassano. «Di attaccanti bravi in Europa ce ne sono tantissimi, ci sono diverse ipotesi - annuncia Adriano Galliani intervistato fuori dalla sede della Lega Calcio -. Di sicuro se prenderemo un nuovo attaccante avverrà con la formula del prestito, eventualmente con diritto di riscatto, perché va mantenuto il posto a Cassano». Su Maxi Lopez l'ad dice: «Credo che sia un giocatore da Milan». E, in più, circola un accostamento clamoroso legato ad Alessandro Del Piero, ma da Galliani arriva una secca smentita: «Non scherziamo».
Il Milan è reduce da cinque successi di fila: «Dopo la sconfitta con la Juventus pensavamo che saremmo arrivati in vetta - prosegue l'ad rossonero -. Invece, Lazio e Udinese sono state bravissime». Galliani sottolinea che la squadra «dopo cinque punti in cinque gare ne abbiamo raccolti quindici in altre cinque, è la vita. È chiaro che il rientro di qualche giocatore ne migliora la qualità - conclude l'ad - lascio a voi indovinare chi».

Prandelli: Cassano e Rossi, vi aspetto ma... - «Aspettiamo Cassano e Rossi, ma dobbiamo intraprendere una strada nuova, che ci consenta di arrivare agli Europei preparati». Così il commissario tecnico della Nazionale azzurra, Cesare Prandelli, commenta il lungo stop dei due attaccanti che preoccupa non poco l'Italia in vista degli Europei 2012. Il ct, che inizia oggi a preparare la doppia sfida amichevole contro Polonia e Uruguay, rivolge un pensiero particolare a Fantantonio: «Cassano sente già la nostra mancanza.
C'è un'atmosfera particolare, vogliamo mandargli un abbraccio. La cosa più importante è che noi lo aspettiamo, quando scenderà in campo con la sua squadra saremo presenti. Seguiremo il suo recupero, ci auguriamo di averlo pronto per gli Europei, ma sarà il campo che darà la giusta considerazione. Portarlo come 24esimo? La battuta gliel'ho fatta», conclude Prandelli riferendosi alla visita fatta a Cassano al Policlinico di Milano nei giorni scorsi.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal