29 gennaio 2020
Aggiornato 08:00
Nuove polemiche

Furia Zeman contro gli arbitri: «In serie B diversi inadatti»

L'allenatore del Pescara: «E' chiaro che errare è umano, ma gli sbagli a senso unico no»

PESCARA - Zdenek Zeman non ha peli sulla lingua e non teme di scatenare polemiche. L'allenatore del Pescara questa volta se la prende con gli arbitri, infuriato per alcuni episodi controversi - due espulsioni e due rigori dubbi - accaduti nella gara tra abruzzesi e Modena nell'ultimo turno del campionato di serie B. «Secondo me - sostiene il boemo - soprattutto in serie B ci sono direttori di gara non all'altezza, o forse inesperti. A Modena ci sono state sviste arbitrali che hanno influito sul risultato. Credo che tutti abbiano visto quello che è accaduto. Gli arbitri possono sbagliare, così come i giocatori. Ma quando gli errori sono solo da una parte, il discorso cambia».

Zeman prosegue nella sua invettiva: «Io non parto prevenuto. Giudico però i fatti e quello che succede in campo. L'anno scorso a Foggia sono successe diverse cose strane». E conclude con una frecciata: «Dico da tempo che gli impegni delle varie nazionali non dovrebbero coincidere con quelli delle squadre di club. Noi come Pescara abbiamo sempre risposto con i nostri giocatori alle convocazioni, altre società no». Il tecnico si riferisce ai casi di Ogbonna del Torino e Palombo della Sampdoria che «non sono andati in nazionale, e questo non va bene. La Figc dovrebbe vigilare e intervenire».