21 settembre 2019
Aggiornato 06:30

Di Martino e Meucci in finale ai mondiali di Daegu

La saltatrice: «Nei primi salti ero impietrita». Powell salterà anche la 4x100. Kemboi oro nel 3000 siepi, Greene nei 400 ostacoli

DAEGU - Lampi di azzurro nello spento Mondiale di atletica di Daegu. La notte di rassegna iridata in Corea porta in dote due qualificazioni alla finale. Antonietta Di Martino accede senza patemi alla lotta per le medaglie, prevista per sabato: la saltatrice in alto di Cava dei Tirreni ha superato la quota di 1.95 metri, che promuoveva direttamente alla finale.
Entrata in gara a 1.80, la medaglia d'argento di Osaka 2007 ha centrato alla prima prova tutte le misure: «All'inizio ero molto tesa, ero di pietra - spiega ai microfoni di Rai Sport -.
Sembravo meno veloce, non riuscivo a tenere lo scatto. Il caldo è tanto, mi sentivo di piombo. Dopo 1,89 mi sono sciolta di più, sono stata più fluida. Le qualifiche erano difficili, le temevo, ora penso solo a rilassarmi in vista della finale». Passano anche Blanka Vlasic e Anna Chicherova, le avversarie più accreditate per la medaglia d'oro.

Di Martino: «Nei primi salti ero impietrita» - Questo il racconto di Antonietta Di Martino dei primi salti nella gara mondiale di Daegu: «I primi salti ero come di pietra. Avendo una sola vera gara alle spalle, oggi temevo di farmi prendere dall'emozione. Anche il caldo poi si faceva sentire. Nei primi salti entravo più veloce, ma avevo la sensazione di non riuscire a tenere perfettamente lo stacco». Per la campionessa europea indoor cinque salti senza errori, dall'1,80 della quota d'entrata fino all'1,95 della qualificazione diretta. Misura raggiunta oggi da altre 11 atlete: «Dopo aver fatto 1,89 mi sono finalmente sciolta e poi tutto è filato via per il meglio. In finale ci si gioca tutto: o la va o la spacca. Non sono abituata a gare facili, ma con avversarie forti come quelle che ci sono qui avrò senz'altro più adrenalina. Anche agli Europei Indoor di Parigi se ci fosse stata la Vlasic, sono sicura che sarebbe stata una bella lotta. Sinceramente, nonostante i problemi fisici che diceva di avere, a vederla saltare oggi non mi è sembrata così in difficoltà. Per fortuna anch'io oggi non ho sentito nessun dolore all'alluce. La Chicherova è in gran forma, ma anche la Barrett è un bel talento.
La pedana è veloce e non troppo morbida, mi piace. Mi ci devo solo adattare come tempo d'appoggio. Per il resto, ora ho solo bisogno di stare tranquilla in vista della finale».

Qualificato poi per la finale dei 5000 metri Daniele Meucci che ha ottenuto il tempo utile con 13'39.90 arrivando tredicesimo a 6sec. dal primo, l'americano Bernard Lagat. Fuori invece la giavellottista Zahra Bani, che si ferma a 58.92 metri. Nella staffetta 4x400, infine, Oscar Pistorius lancia il Sudafrica al record nazionale, secondo miglior tempo di batteria dietro agli Stati Uniti.

Powell salta anche la 4x100 - Asafa Powell rinuncia anche alla 4x100 dopo il forfait nei 100 metri ai Mondiali di atletica di Daegu. «Non sarebbe una buona idea partecipare - ha spiegato Powell tramite il proprio agente Paul Doyle -: infatti sarebbe rischioso che la squadra dipendesse da me. Mi sto allenando, ma sento ancora dei fastidi, e credo sia meglio non gareggiare».

Kemboi oro nel 3000 siepi - Doppietta keniana nei 3000 siepi maschili ai Mondiali di atletica di Daegu. Oro ad Ezekiel Kemboi, che con il tempo di 8'14.85 ha preceduto il connazionale Brimin Kiprop Kipruto, medaglia d'argento in 8'16.05. Bronzo al francese Mahiedine Mekhissi-Benabbad in 8'16.09.

Greene oro nei 400 ostacoli - Il britannico Dai Greene ha fatto sua la gara dei 400 ostacoli dei Mondiali di atletica a Daegu, correndo in 48«26. Argento per il rappresentante di Portorico Javier Culson, bronzo per il sudafricano LJ van Zyl.

Demus oro nei 400 ostacoli donne - La statunitense Lashinda Demus ha vinto la gara dei 400 ostacoli donne dei Mondiali di atletica, correndo in 52«47. Argento per la giamaicana Melaine Walker, bronzo per la russa Natalya Antyukh.

Williams oro nel salto in alto - Il 28enne americano Jesse Williams ha vinto la gara di salto in alto dei Mondiali di atletica. Medaglia d'argento al russo Aleksey Dmitryk, bronzo al bahamense Trevor Barry.

Barringer oro nei 1500 donne - L'americana Jennifer Barringer Simpson ha vinto la medaglia d'oro nella gara dei 1500 metri donne dei Mondiali di atletica in corso a Daegu. Argento alla britannica Hannah England, bronzo alla spagnola Natalia Rodriguez

Saladuha oro nel salto triplo - L'ucraina Olha Saladuha ha vinto la medaglia d'oro nella gara di salto triplo donne dei Mondiali di atletica, con la misura di 14,94. Argento alla kazaka Olga Rypakova (14,89), bronzo alla colombiana Caterine Ibarguen (14,84).