17 settembre 2019
Aggiornato 00:30

Ferguson: Manchester più maturo del 2009

Dichiarazioni del Ct dello United alla vigilia della finalissima col Barcellona

LONDRA - «Sarà un Manchester United più maturo e più solido di quello del 2009». Questo è il pensiero di Sir Alex Ferguson alla vigilia della finalissima di Champions League, in programma sabato sera contro il Barcellona. «C'è rispetto per i blaugrana - continua lo scozzese - ma non timore reverenziale».

Grande esperienza - Il manager dei Red Devils è convinto che la sua squadra, con la grande esperienza a questi livelli che si porta dietro, può creare non pochi pericoli allo squadrone di Guardiola: «Giocare in Champions League tutti gli anni ci ha trasmesso grande fiducia. Rispetto alla finale del 2009 non siamo cambiati molto in termini di giocatori, la struttura è la stessa, ma abbiamo caratteristiche differenti, soprattutto più esperienza internazionale - continua Ferguson - e credo che la qualità principale di questa squadra sia l'unità».

Per il Manchester United si tratta della terza finale di Champions in quattro anni, mentre per il Barcellona la terza negli ultimi sei. Un record, quello degli spagnoli, a cui ha dato un contributo decisivo l'arrivo di Pep Guardiola tre anni fa. «Per essere un tecnico ancora giovane ha già ottenuto risultati straordinari - commenta Ferguson - Come si ferma Messi? Prima di ogni partita si studiano gli avversari e si analizzano i loro punti di forza e di debolezza, succede sempre ed ovviamente lo abbiamo fatto anche questa volta. Ma credo che alla fine siamo concentrati soprattutto su di noi, abbiamo in testa il nostro piano tattico e i giocatori si sono preparati davvero bene».