15 dicembre 2019
Aggiornato 22:30
Torneo di mini-rugby

A Roma 1700 giocatori dai 6 ai 14 anni per il «Torneo Brucato»

Organizzato dalla Primavera Rugby, ben 90 squadre in gara

ROMA - E' giunto alla ventitresima edizione il Torneo di mini-rugby «Peppe Brucato» che si terrà a Roma il 28 e 29 maggio 2011, presso lo stadio «Paolo Rosi» e il Centro Preparazione Olimpica del Coni «Giulio Onesti» - Acqua Acetosa. L'edizione 2011 del Trofeo, prevede la partecipazione di 30 società sportive, 90 squadre, oltre 1.700 mini-atleti provenienti da Milano alla Sicilia in onore anche ai 150 anni dell'unità d'Italia.

Ci saranno ben 5 categorie coinvolte nelle giornate di sabato e domenica, parteciperanno infatti i ragazzi dalla U6 alla U14 e, visto il grande successo della passata edizione, verrà replicato il torneo «BrucatOld» riservato ai veterani che si terrà la sera del sabato ed andrà avanti fino a serata inoltrata.

Il torneo - spiega il direttore, Federico Alverà - si conferma come uno degli appuntamenti di spicco dell'intera stagione sportiva ed sempre organizzato dalla U.S. Primavera Rugby storica società del panorama italiano, che proprio quest'anno festeggia i 35 anni di attività. Tra le più floride società d'Italia, ha avuto tra le fila dal suo vivaio campioni come i fratelli Nitoglia, Simon Picone e i fratelli Leonardi, Petillo, Sepe e Rota continuando con gli ultimi Vittorio Callori di Vignale e Alessandro Tartaglia.

Peppe Brucato, a cui il torneo è dedicato, è la figura di un grande rugbista degli anni '40/ '70 che, ai successi sportivi, seppe unire l'attività di formatore di giocatori ed educatore di intere generazioni di ragazzi a partire dal difficile periodo del dopoguerra.

Il Torneo è divenuto ormai appuntamento fisso concomitante con la chiusura della stagione sportiva e, oltre ad essere un ottimo momento di verifica rugbystica del lavoro svolto in stagione, è anche un importante evento sportivo per la città di Roma. Novità dell'ultim'ora è infatti, la nomina del torneo a «Primo Trofeo Città di Roma», a cui faranno seguito gli interessi dell'amministrazione capitolina a far si che l'evento diventi un momento importante per tutta la città.

Importante novità di quest'anno è l'allargamento del Torneo all'impianto «Paolo Rosi» attiguo al centro sportivo G.Onesti, dove sarà stabilito il quartier generale del torneo con tanti simpatici eventi «collaterali».

Il fischio d'inizio è fissato per le ore 15.00 di sabato 29 per concludersi domenica 30 maggio con le finali e le premiazioni (alle ore 17.00) sul campo dello stadio «Paolo Rosi». Grande chiusura di torneo con l'intervento della Banda musicale della Guardia di Finanza.

A scendere in campo al fianco di tutte le società romane come Cus Roma, Appia, Capitolina, Villa Pamphili, Latina, Colleferro, Frascati, Fiumicino, V Rugby, Rugby Roma 2000, una nutrita pattuglia di formazioni provenienti da tutta Italia, dalla Amatori Milano al Rugby Messina, dal Rugby Noceto al Livorno, dal Prato alla Polisportiva L'Aquila, dal Rugby Fiumicello all'Amatori Napoli, dal Rugby Barcellona alle Formiche di Pesaro, dal Parma alla Partenope. Una buona occasione per riunire tutta l'Italia sotto l'egida del patrocinio del comitato per i festeggiamenti per i 150 anni dell'unità nazionale.

Durante le due giornate la società U.S. Primavera Rugby, ha predisposto un'area «terzo tempo», dove poter incontrare tutti gli amici e appassionati che accorreranno ad assistere al torneo e una zona info e promozione, dove gli educatori-allenatori, attraverso giochi ed esercizi ludici, saranno a disposizione per tutti coloro che vogliono avvicinarsi al rugby.