14 maggio 2021
Aggiornato 03:00
Non si placano le voci sul doping

Hamilton: Armstrong prendeva EPO

Dopo Floyd Landis ora le accuse anche da un altro ex compagno di squadra

MILANO - Non si placano le voci sul doping contro Lance Armstrong. Dopo Floyd Landis, è un altro ex compagno del texano alla Us Postal a rilasciare un'intervista schock, Tyler Hamilton. Il campione olimpico di Atene 2004 ha confessato l'utilizzo di doping ma ha anche aggiunto di non essere stato il solo a far uso di quelle sostanze, riferendosi tra gli altri ad Armstrong.

«Armstrong ha fatto quello che facevamo tutti. Ci iniettavamo EPO e testosterone, e facevamo trasfusioni di sangue. Nelle sue vene c'è EPO, l'ho visto doparsi come ho fatto io, molte, molte volte», ha dichiarato Hamilton, 40 anni, in un'intervista rilasciata alla Cbs.
«Hamilton ha cambiato improvvisamente la sua versione per vendere il suo libro e fare più soldi», ha dichiarato Mark Fabiani, avvocato di Armstrong. Lo stesso Armstrong, sette volte vincitore del Tour de France, ha voluto replicare ad Hamilton via Twitter: «Più di vent'anni di carriera, 500 controlli antidoping affrontati in tutto il mondo. E non ho mai fallito un test».