16 settembre 2019
Aggiornato 12:30
Mondiali 2010

Volley, gli azzurri volano in semifinale

Battuta anche la Francia, con qualche brivido dovuto a un'eccessiva distrazione. 11.000 spettatori. Ora i brasiliani campioni del mondo

ROMA - I ragazzi di Andrea Anastasi sono partiti subito molto forte, trascinati da un PalaLottomatica gremito (10.400 gli spettatori presenti). Gli azzurri, in vantaggio due set a zero, hanno poi accusato un calo di tensione che ha permesso alla Francia di tornare in partita con i blue di Philippe Blain che sono riusciti ad imporsi 27-25.
Nel quarto e decisivo set, però, la formazione italiana, trascinata da Mastrangelo (13 punti e vero trascinatore nei momenti clou) è riuscita a riprendere in mano le redini dell’incontro tornando sui livelli dei primi due parziali. Ottima la prova anche di Parodi (16 punti e 50 % in attacco) e Savani (17 punti e 56%).
Anastasi: «Quello che abbiamo raggiunto oggi è un risultato molto importante, disputare in casa la semifinale di un mondiale è il sogno di ogni allenatore. Questa mattina avevo detto ai ragazzi che la Francia non ci avrebbe regalato niente e dopo due set vinti abbastanza facilmente è rientrata in partita. In questi due giorni di riposo sarà impirtante recuperare un po’ di energie perchè contro contro il Brasile dovremo salire di livello».

Ivan Zaytsev: «Questo è un gruppo fantastico composto da 14 ragazzi che si incoraggiano sempre a vicenda riuscendo a reagire anche nei momenti più complicati».
Michal Lasko: «Sono felice di aver contribuito alla vittoria con il mio ingresso, nel quarto set quando ho visto i francesi in difficoltà ho preferito non forzare troppo il servizio per non regalare nulla. Penso che il nostro calo sia stato causato dal fatto che non è facile mantenere sempre alta la concentreazione quando in due giorni affronti gare di questa importanza».
Simone Parodi: «Il raggiungimento di questa semifinale è la ricompensa per il lavoro svolto negli ultimi mesi. Dopo la flessione del terzo set siamo riusciti a recuperare grazie all anostra grinta, al nostro orgoglio e al grande sostegno del pubblico».
Emanuele Birarelli: «è stata una partita completamente diversa da quella di ieri, Siamo partiti alla grande, ma poi abbiamo subìto la loro flessione. La Francia ha tirato fuori l’orgoglio e noi invece siamo calati un po’.
Alessandro Fei: «E’ bello vincere in un palazzetto come questo. C’eravamo posti l’obiettivo di arrivare in semifinale e l’abbiamo raggiiunto. Ora inizia la parte più difficile».
Andrea Sala: «Giocare in un palazzetto stracolmo di gente che tifa per te , è una sensazione fantastica. Sabato, in semifinale, sarà una gara completamente diversa , ma i due giorni di riposo ci consentiranno di ricaricarci.»
Davide Marra: «Questo è un gruppo che sa soffrire e non mollare neanche nelle situazioni più difficili, come abbiamo dimostrato soprattutto nel quarto set. Siamo in semifinale, ce lo siamo meritato e non ci vogliamo fermare.»

ITALIA-FRANCIA 3-1 (25-18, 25-20, 25-27, 25-19)
ITALIA: Vermiglio 5, Savani 17, Mastrangelo 13, Fei 7, Parodi 16, Sala 7. Libero: Marra. Lasko 8, Travica, Birarelli 1, Zaytsev. Non entrati: Cernic. All. Anastasi.
FRANCIA: Pujol, Antiga 4, Kieffer 4, Vadeleux 17, Marechal 13, Hardy-Dessources 3. Libero: Exiga. Samica 3, Le Roux 9, Toniutti. Non entrati: Henno, Rowlandson. All. Blain
ARBITRI: Sakaide (Jpn) e Cholakian (Arg)
Spettatori: 11208. Durata set: 23, 24, 28
Italia: bv 5, bs 16, m 13, e 9.
Francia: bv 2, bs 10, m 11, e 15.
Roma. L’Italia conquista l’accesso alle semifinali dove sabato affronterà il Brasile grazie al successo di questa sera contro la Francia che le ha consentito di chiudere al primo posto la Pool O.